39 commenti
  1. masticone ha detto:

    soprattutto per il cane.. e i figli..
    vedo che il marito invece non ti rende la vita impossibile…
    che culo…:)

    • elinepal ha detto:

      se ne avessi uno forse lo farebbe, o forse no …..

    • masticone ha detto:

      interessante…..:)))
      allora ti faccio la corte….:)

    • elinepal ha detto:

      che bello! essere corteggiate è uno dei pochi piaceri della vita!

    • elinepal ha detto:

      Caro Masti ti ringrazio. Temo però tu abbia sbagliato nomination. Non sono affidabile ne come blogger ne nella vita 🙂

  2. Drimer ha detto:

    Ho gatti, famiglia e un lavoro possibile che mi salva…dal logorio della vita.
    Questa volta ti lascio io un sorriso 🙂
    Ciao

    • elinepal ha detto:

      fortunato! sorrisone a te! 😀

  3. un resoconto di eccezionale completezza. sono interessata al lavoro impossibile. 🙂

    • elinepal ha detto:

      scusa Cristina, mi deve essere saltata qualche comunicazione, o qualche rotella, o semplicemente la vecchiaia mi trascina verso abissi imperscrutabili. Comunque sia vedo solo ora il tuo commento. Ti interessa un lavoro impossibile? mandami il tuo telefono e ti assumo!

  4. ancorase ha detto:

    Senza figli, quattro cani e un lavoro bellissimo andrebbe meglio? Oppure con un solo figlio niente gatti, niente lavoro e un marito col suo cane? Magari ci vorrebbero tre figli, due lavori così così e un’eredità prossima ventura… Oppure un cane, due nonni e un servizio di volontariato di quelli che riempiono di senso la vita! Io non ho figli nè lavoro, ma ho una tigre che gira per casa. vorrei cambiare, lei no. Buona Pasqua. (scusa se ho scherzato un po’),

    • elinepal ha detto:

      Senza scherzi che vita è?
      Grazie del tuo passaggio e Buona Pasqua a te! (io non sono cattolica, comunque)

  5. Ampliando un pochino il famoso motto di Edward Gorey: «Libri. Gatti. Cani. Com’è dolce la vita!»

    Per me il «lavoro impossibile» è stato, per oltre trent’anni, quello di redattore in una casa editrice.
    Adesso che il lavoro impossibile è alle mie spalle, continuo a occuparmi di libri 😉

    • elinepal ha detto:

      Grande lavoro! Bello e impossibile, appunto. Non si può dire che editore era vero? E come ti occupi di libri al momento?

  6. Si può dire, non c’è problema 🙂 Ho lavorato alla Utet, dedicandomi in particolare alle opere d’argomento musicale – leggi: Dizionario Enciclopedico Universale della Musica e dei Musi…lunghi (DEUMM), del quale per lungo tempo sono stato l’unico redattore in servizio effettivo. Inoltre ho collaborato a diverse altre iniziative editoriali, soprattutto di carattere storico.
    Continuo a occuparmi di libri leggendone una gran quantità… E poi, ogni tanto, mettendo lo zampino in qualche nuova pubblicazione, ma succede sempre più raramente.

    • elinepal ha detto:

      sai che leggo solo ora questo tuo commento? sono proprio stordita. oppure non mi è arrivata la notifica. in ogni caso…. mi sa che chi lavora con i libri in fondo non smette mai. può essere che ti manderò una cosa (non mi, tranquillo) da leggere per un parere. sempre che tu voglia….

    • Sì, volentieri. Tieni però presente che professionalmente mi sono sempre occupato di saggistica, mai di narrativa, teatro o poesia, e quindi non so se sono all’altezza. Ma leggerò con piacere 🙂

  7. Quattro gatti, un cane, conigli, galline, una capretta (vivo in campagna) e pensieri a iosa

    Salutoni
    Sentimental

    • elinepal ha detto:

      ma sai che sempre più invidio chi vive in campagna? io che ho sempre superamato la mia città. certo i pensieri ti seguono ovunque tu vada…. 🙂

  8. Ciao.
    Anche io ho un cane, un coniglio ed una bambina.
    Un lavoro impossibile.
    Un’arte da coltivare.
    Tanta voglia di scappare….
    (ma questa è un’altra storia)
    Stefania

    • elinepal ha detto:

      siamo belle pressate…. altro che voglia di scappare…. oggi mi becchi che farei un urlo da mandare in frantumi i vetri del centro……

    • Se urliamo insieme tiriamo giù due città allora.
      Anche la mia oggi è in pericolo..

    • elinepal ha detto:

      e speriamo di non abittare vicine allora….:-D

  9. dorotea ha detto:

    i presupposti ci sono tutti! 😀
    grazie per esserti fatta scoprire.

    • elinepal ha detto:

      Grazie a te per essere passata

  10. Barbara ha detto:

    ti scopro per caso e rimango affascinata, da tutto… Vorrei tanto saper il lavoro impossibile qual è, perché mi sa che siamo sulla stessa barca …

    • elinepal ha detto:

      risponderei volentieri, ma non ad un profilo anonimo

  11. Barbara ha detto:

    anonimo…. Non ho capito cosa devo fare? un sito web? una breve descrizione? una foto?….

    • elinepal ha detto:

      🙂 no, non so, a volte sono capitate da me persone che non avevano un loro blog ed erano poi semplicemente donne o uomini che con un profilo anonimo tipo il tuo hanno lanciato belle breccole di messaggi. scusa se sono diffidente, ma leggersi e rispondersi tra blogger è un po come guardarsi in faccia e capire chi si ha davanti.
      benvenuta, comunque.
      mi occupo di spettacolo dal vivo. tu?

  12. Barbara ha detto:

    io sono come il tuo ex marito…. non ci ho azzeccato per niente, allora! Seguo molto gli spettacoli dal vivo, però… 😉 Non ho un blog, mi piace seguirne alcuni, pochi. Chi sa scrivere in poche parole un mondo e una vita. Non ti disturberò più. Sei tu a dire e io ad ascoltare, a me basta. Ciao e tante belle cose (sei davvero brava!).

    • elinepal ha detto:

      No no disturba ancora! Dialogare mi piace…

  13. Sun ha detto:

    e una lettrice in più 🙂

  14. Cristopher toph Caietti ha detto:

    Io condivido casa con due gatti un cane e una coppia. A Londra. Un lavoro impossibile che mi piace e una vita caotica e piena come la tua (anche se per ragioni diverse).
    Per qualche istante ho pensato che ci conoscessimo per dei particolari che coincidevano, poi ho letto che sei calabrese e quindi no, non ci conosciamo.
    Mi iscrivo perché mi piace il tuo blog.
    A presto
    Cristopher.

    • elinepal ha detto:

      ahahaha come calabrese! no! non so da dove si deduce che io sono calabrese. sono romana, romanissima! semmai con ascendenti ciociari e amatriciani. di calabrese ho avuto un compagno da cui ho avuto il piccoletto, e un sacco di amici. ho anche un ex cognata che ha spostato un calabrese e vive vicino tropea. quindi effettivamente la calabria ogni tanto ritorna…. grazie di essere passato da me io ora faccio un salto da te.

    • Cristopher toph Caietti ha detto:

      Mi fa piacere che tu sia passata. Adoro la romanità. Io sarei un lombardo-veneto. Nel senso che i miei genitori sono uno Veronese e Bresciana.
      A volte ho difficoltà a leggere in Italiano. Troppo tempo a parlar una lingua straniera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: