pensieri sparsi

storni-a-Borgo

che poi a chi gliene frega dei miei pensieri lo sa solo iddio

comunque

pensiero uno – pare che uomini e donne pesino in modo diverso anche sul blog. un uomo che “trojeggia” è fico, una donna è solo troia

pensiero due – esistono nuove gelaterie dove entrando sembra di essere in una banca (cit. il piccoletto) che elargiscono gelato artigianale “fai da te”. prendi una coppetta o un cono, passi alla fase A che sarebbe la base, qualunque tipo di crema: dal caramello, al cioccolato fondente, all’amarena….; fase B scegli tra circa sei gusti + (inevitabile) lo yogurt, fase C farcisci con qualunque tipo di praline, biscotti, fruttini, fase D rifarcisci con qualunque tipo di dolcetto, gommosetto, mashmallow, tocchi di cioccolato bianco o nero, fase D cospargi di crocantini, praline, nocciole, confettini, etc etc, fase E incremi il tutto con le creme succitate, fase F paghi al peso. Alla fine se stai attento ti viene quanto un cono medio, 2,50 o 3 euro. Se ti lasci andare problemi tuoi.

pensiero unoB – tornando al discorso di pesi tra uomini o donne, la gran sòla per le donne è la continua fottuta discriminazione, tra madonne o puttane,  delle puttane.

pensiero tre – a Roma sono tornati gli storni. arrivano a migliaia, forse milioni, intorno alle 17. a quell’ora, nelle loro zone, non è possibile camminare senza ombrello. compiono nel cielo quei meravigliosi disegni di volo incrociato, cagando tutto quello che si sono beccati durante il giorno nelle campagne romane. molto bello da vedere in foto. molto pericoloso da vedere dal vivo. i quartieri, le strade, i viali alberati in particolare,  diventano una fogna a cielo aperto. le auto sono talmente coperte di guano che si fatica a trovare posto per una falange nella maniglia dello sportello. gli auto-lavaggi si rifiutano di ricevere tali autoveicoli. sarai costretto a uso di pompa e strofinaccio. i marciapiedi divengono impraticabili. in caso di pioggia il tutto si mischia con l’acqua creando uno strato  molliccio e viscido che puzza maledettamente e che porta gli abitanti dei quartieri colpiti ad inveire contro l’amministrazione comunale  che non riesce a sterilizzare/allontanare/sterminare i pennuti nè tantomeno a ripulire le cagate.

pensiero unoC – ritornando al punto del peso tra omini e donne mi sembra di aver capito che continuare a leggere i post e i commenti del mio uomo può dare due risultati: a) farmi sprofondare nell’inferno dei rabbiosi (?) se ne esiste uno ( e non so quale pena mi toccherà) b) ripagare pan per focaccia finendo automaticamente dalla parte delle puttane e rischiando quindi di disgustare irrimediabilmente il mio uomo (che pare essere della vecchia scuola, puttaniere si! ma con orgoglio maschio)

pensiero quattro – anche stanotte ce n’è da pensare….

Annunci
51 commenti
  1. giacani ha detto:

    Dunque. A me me ne frega. Non lo so perché, però me ne frega.
    Uomini e donne dici? Boh, forse hai ragione, però leggere le donne mi sembra mediamente più interessante/stimolante. Magari è un momento, una fase, chissà! Gli stormi mi stanno pesantemente sulle palle. Li sterminerei volentieri tutti. E mi fanno stare ancora più sulle palle tutti i vegetariani che conosco (non parliamo dei vegani,per cui vale il detto “salva un animale, mangia un vegano). Per finire…come va con il trasloco?

    • elinepal ha detto:

      con il trasloco va come tutti i traslochi-fai-da-te una fatica tremenda e non finiscono mai. però sto riuscendo a sganciarmi da tante cose passate e queto mi sembra molto positivo.
      grazie di essere passato a quest’ora, notte.

  2. Ma quindi hai un omo blogger?
    Come ogni cosa, mi chiedo: ma perché è così? Per una donna un uomo che si atteggia a iosa ha più valore? E una donna che si dà a tanti per un uomo com’è? Però penso che siano domande a cui non esiste una risposta univoca.
    Forse dovremmo dormire in due 😛

    • elinepal ha detto:

      si infatti meglio dormirci sopra…..
      🙂
      passata da te, bello leggerti. ho poco tempo purtroppo. ritorno.

  3. Memory ha detto:

    mmhh… a proposito del pensiero unoC: non potrebbe verificarsi un terzo risultato, tipo “uff che noia che barba, dice sempre a tutte le stesse cose, guardiamo oltre, guardiamo altrove”?
    tutta la mia comprensione e simpatia 🙂

    • elinepal ha detto:

      ciao Memory, non ti conosco, ma immagino il motivo per cui intervieni su questo argomento.
      già, potrebbe essere la terza via, quella più saggia. qualcuno da indicarmi? 🙂

  4. solounoscoglio ha detto:

    I tuoi pensieri mi hanno fatto venire in mente la “scelta” di una mia amica che per via della sua procace avvenenza era marchiata x facilona, nonostante fosse decisamente l’opposto. Finché non si è rotta le palle è ha deciso di esser per davvero ma gran zoccola. Gli altri hanno ragione e lei finalmente se la gode! Una volta un mio amico disse che wordpress è un gran puttanaio, certe volte è davvero difficile dargli torto. Tornando al tuo uomo, almeno sei consapevole di cosa gli passa per la testa, pensa quelle donne convinte di avere accanto uomini totalmente dedicati a loro, mentre….vabbè…ho parlato troppo, non è da me….
    Buona giornata!

    • elinepal ha detto:

      no parla, parla che interessa….
      la tua amica ha scelto il giusto modo per lei di rapportarsi agli uomini. che poi cosa è giusto o sbagliato per noi lo ridefiniamo continuamente perchè per fortuna la vita cambia in continuazione. prendi l’amico Fedifrago qui sotto, per esempio….
      effettivamente lui sa che leggo quello che scrive ed io so che lui legge me. un poco perversa? forse si. un po’ da eyes wide shut, forse.
      in realtà nonostante tutto se vogliamo nascondere qualcosa al nostro partner siamo sempre in grado di farlo. non tutto ciò che si scrive è pubblico 😉

    • solounoscoglio ha detto:

      è sempre tutto il contrario di niente….talmente difficile da capire a volte che personalmente ho deciso di accontentarmi di ciò che vedo, non cerco più significati nascosti, tipo la verità nella bugia o viceversa…faccio come i bambini: le cose sono per come appaiono.

    • elinepal ha detto:

      ecco questa è saggezza.

    • solounoscoglio ha detto:

      🙂

  5. *Alza la mano dall’ultimo banco* Professore’, a me m’enteressa…
    (Puttaniere con orgoglio maschio è… Un mito)
    (Ieri altra nottata, martedì visita ispettiva della qualità… Ma ce la faremo. Ti scrivo. Parlo dei carciofi.)

    • elinepal ha detto:

      si si si carciofi!
      (detta così sembra la parola d’ordine per un appuntamento clandestino 😉 )

    • Pecchiamo. Anzi. Fuggiamo insieme (come vado come maschio trojeggiante?)

    • elinepal ha detto:

      favoloso e conturbante ( birra e salcicce auhmmm auhmmm )

  6. Fedifrago ha detto:

    Tra madonne e puttane, siete voi donne più spesso a discriminarvi, le prime tirando la croce addosso alle seconde 😉

    Ai tempi di Splinder ho avuto una compagna blogger, che in realtà avevo conosciuto proprio tramite il blog e per via della mia immagine (di allora) di “simpatica canaglia”; per un po’ di tempo lo abbiamo tenuto nascosto, e nonostante i commenti dei rispettivi estimatori/trici non sono emerse gelosie. Comunque non è finita bene, e a dire il vero se dovessi vedere mia moglie che digita sulla tastiera alla due di notte la strangolerei 😛

    • elinepal ha detto:

      ecco, appunto. in una relazione sentimentale si preferisce essere gli unici destinatari di attenzioni. è supernormale.
      quindi essere un personaggio su un blog, “essere una simpatica canaglia” come dici tu, e poi desiderare essere ritenuti perfettamente affidabili nella monogamia è un poco complicato. che poi vita reale e virtuale non si tengono così felicemente e facilmente separate. e per l’appunto faresti bene a strangolare la tua signora….
      riguardo le donne puttane/madonne ha perfettamente ragione. io sono cresciuta con input opposti. per fare un esempio avevo due zie di riferimento: una mi ripeteva di “non buttarmi via” che la “virtù” va donata solo all’uomo della propria vita, l’altra di diceva che “ogni lasciata è persa”. nel tempo ho maturato una mia convinzione: siamo tutte puttane e madonne, e chi si atteggia a santa donna e lancia critiche e anatemi mi fa un po’ paura.

    • Fedifrago ha detto:

      Per esperienza personale, sovente chi si atteggia pubblicamente a santa appartiene a due categorie: vorrebbe peccare ma non può e quindi lancia strali, oppure nel privato è la più grande peccatrice 😉

  7. LuceOmbrA ha detto:

    Direi che a parte la cacca degli stormi, del resto non te ne dovrebbe fregare proprio un emerito niente. Vivi per te, mica per quello che pensano di sapere gli altri di te. Capisco che non è facile, ma esiste un sano menefreghismo e un sano amor proprio che non sono impossibili da raggiungere, il resto non è un problema tuo. Ecccheccavolo!!! ^_______^

    • elinepal ha detto:

      ecchecavolo!!! mi sembra il commento più azzeccato.. 😀

    • LuceOmbrA ha detto:

      …a dir la verità volevo scriver qualcosa di più tosto, ma alle 9 di mattina mi sembrava troppo! 😉 😛

    • elinepal ha detto:

      il sottotesto si intuisce 😉

    • LuceOmbrA ha detto:

      😀

  8. LuceOmbra mi ha preceduto di un centdisecondo!

    Vivi per te mi sembra la formula giusta, il mantra, lo spirito necessario, equo,.fondamentale per vivere sereni\e!

    Per gli stormi boh…che dire? Ricordiamo che in genere quel che cade dall’alto dicono porti fortuna (ahah hahah) tipo la manna… 🙂 🙂 🙂

    Buon proseguo Eli!
    ciao
    .marta

    • elinepal ha detto:

      ahahaha ma la manna era almeno roba buona da mangiare…..
      buona giornata cara marta

    • Vero!
      Ma questa porta fortuna! 😛

      (ahah ahah ahahh)

    • elinepal ha detto:

      speriamo SOLDI allora!

  9. adrianmeis ha detto:

    In un documentario oggi sentivo che il 97% dei mammiferi non è monogamo… quindi statisticamente in natura la monogamia non esiste (salvo forse tra gli umani). Con questo, se mi permetti, un piccola tiratina d’orecchie… lamentandoti della distinzione tra puttane e sante tra le donne però riproponi quella tra santi e puttanieri tra gli uomini… quindi se non vuoi essere giudicata non giudicare nemmeno tu… 😉 Ognuno è diverso, ognuno può essere santo o puttaniere, santa o puttana… ognuno fa i conti con la propria coscienza e con quello in cui crede (o non crede). Io non sono un santo ma cerco di non giudicare gli altri e di non entrare in questa prospettiva (che ahimé, hai ragione, è piuttosto diffusa.) Detto ciò… buona giornata e buon trasloco 🙂

    • elinepal ha detto:

      va bene, me la sono cercata. io devo dire che non faccio distinzione tra donne madonne o puttane. come ho già scritto ritengo che siamo tutte esattamente tutto, ed è giusto così. e non faccio nemmeno troppo la difficile con gli uomini che palesemente hanno bisogno di catalizzare l’attenzione delle femmine. lavorando a contatto con gli artisti, notoriamente narcisi, ed avendo fatto un figlio con uno di essi, credimi, so di cosa parlo.
      il mio pensiero però è questo: se sei impegnato sentimentalmente hai la necessità di dimostrarlo anche di fronte al mondo. credo che ognuno di noi, uomo o donna, abbia una sana voglia di unicità. ecco questo è quello che ritengo importante. giocare poi è lecito. i confini li mettiamo in base ha chi abbiamo di fronte. rispetto e attenzione per non ferire un cuore innamorato non è troppo, vero?

    • elinepal ha detto:

      scusa da chi è composto il 3% di mammiferi monogami? 🙂

  10. adrianmeis ha detto:

    Il rispetto è la base di tutto, su questo siamo perfettamente d’accordo (e anche sul resto a quanto pare). Sull’unicità non ne sarei così tanto sicuro. Si possono amare anche più persone (magari in modo diverso) senza per questo fare del male a nessuno. Il problema è che spesso noi umani confondiamo l’ambito sentimentale e quello sessuale, che dovrebbe essere il completamento del primo e non un elemento a se stante. In questo forse gli animali ci danno una lezione… tenendo probabilmente separate le cose. Ma gli esseri umani sono (fortunatamente?) più complicati. Ci costruiamo una morale che adattiamo alle situazioni. (ps. il 3% di inguaribili monogami forse esiste davvero… ma credo che almeno col pensiero non esista monogamia… anche il monogamo o la monogama più pura sono abbastanza certo che in qualche momento abbia pensato “ad altro”… comunque se qualcuno di questi esiste si faccia pure avanti … sarò lieto d’essere smentito) 🙂

    • elinepal ha detto:

      infatti non siamo d’accordo. ma forse se mi spiego meglio si trova un’intesa.
      vero che si può essere innamorati di persone diverse, ma non è certamente bene palesarlo. i destinatari di tale amore “condiviso” potrebbero, quasi sicuramente, sentirsi defraudati di quella unicità che purtroppo l’essere umano pretende dalla persona amata. quindi l’unico modo di non far del male a nessuno è tenere bene nascosti tali sentimenti doppi (o tripli o quadrupli ecc…)
      sono invece d’accordo con te sul fatto che l’essere umano monogamo in natura non esiste. però apprezzo i “monogami seriali” quelli che prima di passare alla prossima chiudono il rapporto con l’attuale. fosse anche rapporto molto breve.
      esistono invece degli animali che sono assolutamente monogami. e mi fanno tanta tenerezza.
      sono proprio senza speranza, eh!

  11. Iniziamo dal gelato: Inutile dire che il miglior gelato al mondo è italiano, mentre per le banche … Per cui trovo giusto che una gelateria debbe avere una sua dignità e che questa rifletta la collocazione della categoria a livello planetario.
    Uomini? Donne? Ma si fa discriminazione , esistono Trans, e lesbiche e bisex, oltre ai vecchi vituperati ” froci”.
    Io penso , e ora son serio, che l’esegesi di tutto il malinteso sia il modo con cui avviene la copula. Mi spiego, un maschio penetra e insemina, in qualche modo “spreme” qualcosa da sé e lo “dona”. La femmina riceve il seme ( che dovrà fecondare ecc), non spreme nulla da sé stassa. Così, nei millenni è venuta a sclerottizzarsi l’idea che una donna che riceve da chi le pare, sia affetta da egoismo incontenibile, quindi negativo. Al contario un uomo ha l’ urgenza di donare qualcosa di sé…
    Naturalmente è una mia ipotesi, ma supportata da millenni di storia, che come tu stessa scrivi, non è ancora giunta alla fine
    Che io sia o meno in accordo poco importa, ma ti dico subito che non sono mai e poi mai d’accordo con chi considera un uomo don Giovanni ed al contrario una donna zoccola, ammesso che i comportamenti siano analoghi . Ora mi fermo, anche se il discorso potrebbe essere ampliato all’infinito
    Un abbraccio
    Giancarlo

    • elinepal ha detto:

      questa cosa della “spremuta” di seme…. vabbè te la passo.
      il fatto è che nel disperato tentativo maschile di avere il controllo della natalità l’unica chance è quella di controllare la donna che effettivamente espleta la suddetta funzione. da qui, dopo secoli, pare non siamo ancora usciti.
      riguardo alla gelateria, tolto l’aspetto asettico mi sembra non faccia un pessimo gelato, comunque da provare…
      abbraccio a te

  12. Negli ultimi 12 mesi ho perso diversi chili per cui ora posso permettermi senza scrupoli, se non quelli del portafoglio, gelati come quelli della banca. Poi in realtà preferisco quelli che fanno loro rispetto ai fai da te…però questo è un altro discorso.
    Quanto alle discriminazioni certo che le ci sono e certo che le faccio pure io, preferendo di gran lunga le puttane alle madonne…hanno più cose da raccontare 😉

    • elinepal ha detto:

      intanto tu raccontami della tua dieta…. ho diversi chili da perdere anche io….
      😉

    • metti le scarpette da corsa e vieni a correre con me… 😉

    • elinepal ha detto:

      azz….

  13. lezapp ha detto:

    fufù
    😛 … ha ha ha ha ha ha ha ha, già sei messa bene anche tu !! 😆

  14. Memory ha detto:

    scrivo qui perché non mi fa rispondere alla risposta… boh
    E’ vero, non ci conosciamo, ma le storie di noi donne spesso si somigliano.
    Quanto alla terza via, mi chiedi “qualcuno da indicarmi?”. Te stessa, mi verrebbe da risponderti. Non è così semplice, lo so… però è la risposta giusta.
    Comunque, tifo per i carciofi e la casa nuova in periferia. E per te, naturalmente 🙂

    • elinepal ha detto:

      ti passo la risposta filosofica e la presenza anonima
      anche io tifo per me, i carciofi fritti e la casa nuova. e se ci scappa anche un filetto di baccalà, tiè.

  15. Pensieri interessanti e che fanno meditare. Io ci penso adesso, tu hai detto stanotte. Forse è meglio meditarci adesso e stanotte dormire.
    I pèensieri uno, unoB e unoC sono profondamente veri. Nel senso che hai descritto tu, perché pare che sia il pensiero unico. Per me vale che se un uomo trojegga è uno scimunito (credo che parecchi maschietti me ne diranno quattro. Chi se ne frega)
    Il pensiero tre è un ritornello. I tordi vivono bene in campagna, banchettano con l’uva (quella nera) e altro, ma vengono a svernare in città, che è calda e accogliente con l’ovvia disperazione degli abitanti. Quando abitavo a Modena avevo lo stesso problema, perché usano gli alberi della piazza dove c’era la mia casa. Qualcunoi aveva proposto di abbattere tutti gli alberi. Poi la geniale pensata dei dissuasori acustici. Noi ce ne siamo liberati, altri ci hanno maledetti. Il motivo è ovvio.
    Sul pensiero quattro leggi l’inizio.
    Il pensiero due: che tristezza! Voglio il gelataio sul cigno che girava per le strade d’estate.
    Sogni d’oro e non ascoltare il pensiero quattro.

    • elinepal ha detto:

      un gelataio sul cigno? ti prego racconta….

    • Non ne mai visti? Io li ricordo da piccolo che una strana bicicletta era trasformata in un cigno bianco con becco giallo. Girava d’estate vendendo i gelati sfusi. Credo che una recente pubblicità di sanmontana lo facesse vedere pedalare nel cielo e gettare sulla terra i gelati confezionati.

    • elinepal ha detto:

      no! quelli che ricordo avevano un carretto di ape. niente cigno…. che triste infanzia, sigh sigh!

    • Triste infanzia per il carretto di ape? Ma no! Ho ricordi bellissimi!

  16. Pablo ha detto:

    Posso scherzare?
    A vedere il post nell’insieme sembra che tu volessi parlare solo del punto uno-c, ma per non essere diretta hai aggiunto i punti uno-b e uno-a, insomma a ritroso. Ma per non dare troppo nell’occhio ha voluto parlare anche d’altro, gelati e uccelli (nel senso di volatili).
    Meno scherzoso, però, direi che, purtroppo, sono le troie (e no) a far sentire certi uomini “troieggianti” che poi parlando di cacche si potrebbero anche definire in un altro modo, cioè “pieni d’aria” ossia …..eggianti.
    Oh, comunque la foto scelta è un po’ ambigua: tanti uccellini che formano un grande “uccello”.
    Insomma sto post ti è venuto fuori una gran troiata.
    Eli, spero che abbia capito che ho voluto solo scherzare. Vero?
    Un abbraccio.
    Pablo

    • elinepal ha detto:

      hai ragione tu, una gran troiata…..
      però non farmi cadere un mito asserendo che come al solito è colpa delle donne se gli uomini sfarfalleggiano (vedi come sono diventata leggera?)
      che ogni uomo e/o donna che fa certe scelte si prenda la propria responsabilità. che poi responsabilità è un parolone. ….che chi decide di sfarfalleggiare lo faccia consapevole che un giorno qualcuno gli potrà dire: hei tu… ma sfarfalleggi?

  17. Pablo ha detto:

    Ma no, ho premesso che volevo scherzare. Il post invece è serio e sulle “troie” e i “farfalloni” ci sarebbe veramente molto da dire e al di la delle battute penso come te che le responsabilità sono dei singoli e non delle categorie.
    A presto.

    • elinepal ha detto:

      ma lo so Pablo che stai giocando…. non lo facciamo tutti?
      a presto.

  18. A me i marpioni infastidiscono fuori modo. Soprattutto nei blog, perché mi sembra gente che cerca il rinforzino all’autostima dove dovrebbero contare solo i pensieri, le parole. Ci sono blog che ho smesso di leggere proprio per l’andazzo “oh ma come sei carina tu, che fai stasera”. “Devi morire e basta” (disfunziocit.) 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: