un altro giro di valzer

eyes-wide-shut

capita che passi la giornata in uno dei teatri storici della capitale

con uno degli attori italiani viventi più bravo in assoluto

e che sia una giornata di tramontana e pioggia

– al mattino le cupole si stagliavano su un azzurro  ghiaccio attraversato da stracciatella di nuvole –

(in giorni come questo Roma ha un cielo commovente)

e che poi torni a casa,  a notte inoltrata, stanca e per nulla soddisfatta di come è andato il lavoro

domani altra giornata di prove e debutto

grande tensione

problemi da affrontare

e a casa, in una casa semismontata dal trasloco, da sola, hai bisogno di distrazione

cibo & drink

prima un sano approccio a proteine e fibre, per poi svaccare su vaffer al cioccolato e liquore di ciliege, molti vaffer e molto liquore (unica riserva di alcolici a disposizione)

guardando in tv l’ultima parte di Eyes Wide Shut

quella dove la mano di Kubrick forse non c’è più

(e lo pensi perchè non c’è più genialità ma solo conseguenze,

reazioni umane e conseguenti)

rappresentata da un uomo schiacciato dal senso di colpa

e da una donna

dolce

bionda

bellissima

– provata nell’animo e nel volto  da una notte insonne di pianti e confessioni –

che trova

dentro di se

la risposta.

e vai col valzer!

Annunci
27 commenti
    • elinepal ha detto:

      sorrisoni a te!

  1. Giorni e sere che si rincorrono …
    Buona giornata.
    Un sorriso.
    Giancarlo

    • elinepal ha detto:

      tanti sorrisi e la vita cambia….

  2. uhm. io sto dalla parte di quelli che pensa che kubrick sia arrivato fino in fondo con ews, anche in quell’apparente logica conseguenza degli eventi.

    • elinepal ha detto:

      Figurati! È assolutamente possibilie. Non sono un’esperta di kubrick ne di cinema. Chissà magari in giro trovo qualche articolo chiaritore

  3. Topper ha detto:

    Kubrick ha sicuramente raggiunto vette più alte in passato ma Eyes Wide Shut merita comunque il giusto spazio tra i capolavori suio e del cinema. Tra l’altro va collocato in un’epoca diversa, dove il cinema aveva già mostrato da tempo le sue capacità, dove era ed è tuttora più difficile scoprire qualcosa di nuovo.
    Detto ciò, sarei curioso di sapere chi è l’attore italiano di cui parli…

    • elinepal ha detto:

      In attore anziano tra i più bravi in assoluto

    • Topper ha detto:

      Non mi aiuti. Cinema o teatro? Giannini.

    • elinepal ha detto:

      no Roberto Herlitzka, uno dei pochi attori italiani (oltre Servillo) che passano abitualmente dal teatro al cinema e viceversa.

    • Topper ha detto:

      Lo conosco come grande attore di teatro, al cinema onestamente non lo avrei collegato. E poi sì, è decisamente anziano.

    • elinepal ha detto:

      è vero che ha vinto un UBU come miglior attore ed ha frequentato per anni i palcoscenici d’Italia senza avere particolare fama mediatica, ma ha anche vinto un Nastro D’argento, un David di Donatello e un premio Vittorio Gassman.
      Comunque me lo liquidi così: decisamente anziano…..
      E’ un grande vecchio, è vero, ma è semplicemente straordinario.

    • Topper ha detto:

      No, no, non fraintendere. Massimo rispetto per un grande personaggio di cui dovremmo essere orgogliosi. Io lo ricordo solo come interprete di Aldo Moro (credo abbia vinto allora il David di Donatello) e so che ha fatto tanto teatro. Ho detto che è anziano perché ho pensato che si potesse essere ritirato dalle scene, non per altro. In realtà, potrei semplicemente non essere aggiornato sui suoi ultimi impegni.

    • elinepal ha detto:

      ti riferisci al film?

    • elinepal ha detto:

      😜

  4. Giorni stancanti e stressanti dove i problemi sembrano moltiplicarsi.
    Capita ma si spera sempre che domani vada meglio.

    • elinepal ha detto:

      Sperare è doveroso

    • Vedrai che arriveranno giorni più luminosi.

  5. Pablo ha detto:

    Sì, sì. Anch’io voglio sapere il nome dell’attore. Caspita, lo invidio se ha passato una giornata con te.

    • elinepal ha detto:

      😉

  6. Non so perchè ma non risultavo più iscritta al tuo blog ed infatti era da molto che non vedevo tuoi post nel reader…misteri di WP! °___°

    Comunque.

    Bello il post, bello il film (che ho rivisto da poco in DVD.. uno dei pochi DVD che ho)

    • elinepal ha detto:

      succede anche a me alle volte. tocco sul cellulare un millimetro più in là ed eccomi disiscritta ad un blog! 😦
      comunque
      vedi che fortuna, io questo film non ce l’ho in DVD e mi è capitato per caso tra i piedi in una serata per niente facile.
      meglio di così!
      🙂

  7. LuceOmbrA ha detto:

    Certo che Kubrick è una compagnia non facile per una serata non facile, ma sei riuscita a cogliere la dolcezza e questo è bello…sorriso a te…
    p.s. voglia di venire a Roma a vedere il suo cielo commovente…

    • elinepal ha detto:

      assolutamente invitata.
      ho risposto da te.

    • LuceOmbrA ha detto:

      🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: