tanto non cedo, tanto non cedo, tanto non cedo

calligrafia-alfabetomaisPrendi la penna in mano e scrivi, perdio!

Dritta quella schiena!

E come la tieni quella penna? Come diavolo le metti quelle dita? Cosa sei un granchio? Distendile, ecco così. No! non le raggrumare di nuovo. Distese!

Guarda che zampe di gallina. Ma non ti vergogni? E tutte quelle sbavature di inchiosto. Per forza! Con quel modo barbaro di tenere la penna!

No che non puoi usare la biro. Quante volte te lo devo spiegare che per imparare la calligrafia devi usare la stilografica? Perchè sei sempre così sciatta, eh? Non ti viene voglia di chiuderti da sola in bagno?

Scrivi, perdio, scrivi! Che diavolo piangi ora. Che ti cadono le lacrime sul foglio e si scioglie tutto l’inchiostro. E tieni la schiena dritta.

E poi che cosa è questo argomento che hai scelto. Eh? Chi te lo ha dato? Non potevi ragionarci meglio prima di metterti a scrivere di ste cose?

Cosa ne sai tu, eh?

Ma sei sempre la solita. Sempre con la testa per aria. Mai nulla di concreto.

E smettila di piangere, ti ho detto! Smettila! Che sennò ti do due sberle che poi ce l’hai davvero un motivo per piangere. Scema che non sei altro.

Tanto non ti alzi di qua finchè non hai finito. Dovessi rimanerci tutta la notte.

Annunci
33 commenti
    • elinepal ha detto:

      😳

    • elinepal ha detto:

      infatti non è cresciuta, altrimenti non starei qui a farmi del male….

    • elinepal ha detto:

      eggià!

  1. Silvia ha detto:

    …..come rovinare i bambini…… 😦

    • elinepal ha detto:

      non credere, lo fanno anche con gli adulti. in maniera più sottile ma è così.

    • Silvia ha detto:

      si ma un adulto è in grado di ribellarsi…..un bambino no…

    • elinepal ha detto:

      un adulto che è stato plagiato da bambino ha molte difficoltà a ribellarsi al plagio, credimi

    • Silvia ha detto:

      si è vero, si rimane condizionati…..ma quando ci si rende conto del plagio subito bisogna farsi forza e reagire…..altrimenti si subisce solo

    • elinepal ha detto:

      certo. si può fare. è solo più lungo e doloroso rendersi conto di stare ancora subendo. è difficile capirlo e anche mettere fine alla dipendenza. perchè è di questo che si tratta.

    • Silvia ha detto:

      si è vero….

  2. roberta ha detto:

    ops! sono entrata qui per curiosare (anche se ero convinta d’esser già entrata poco tempo fa…. invece mi sa di no)
    e… non pensavo di trovare questo su di te!
    mia madre mi ha costretta a scrivere e mangiare con la destra mentre io avrei usato la sinistra… mi ricordo le botte nelle mani… poi va beh… l’autostima è sempre sotto terra anche da me…

    • elinepal ha detto:

      tu mi sembri molto giovani. sbaglio? dispiace sentire che i metodi non sono cambiati con gli anni. dovrò creare il circolo delle plagiate 🙂

    • roberta ha detto:

      no… non sono giovane… all’anagrafe dicono che ho 49 anni 😀
      ma dentro sono molti di meno…

    • elinepal ha detto:

      quasi coetanee, allora capisco.
      (certo anche io dentro ne ho un sacco di meno)
      😀

  3. Ti è andata ancora bene, pensa che a me è toccato il pennino con penna e calamaio. Non ti racconto le volte che ho fatto macelli sul foglio o quanti pennini ho spuntato, ma quello che più mi fa ridere ora è il ricordo di quando si rovesciava il calamaio. Naturalmente mi fa ridere ora, ma a 7 anni non è stato divertente, soprattutto per le conseguenze …
    Ma tutto passa, anche la bella calligrafia, ora col computer e la video scrittura siam messi meglio
    Un sorrissonissimo
    Giancarlo

    • elinepal ha detto:

      noooo! pennino e calamaio è da libro cuore!!!! poveri noi, come siamo sopravvissuti? poi dici il 68, ma è il minimo!
      sorrissonissimo a te!
      eli

  4. luporenna ha detto:

    MIODDDDIO!!! Ecco perché sei andata via a 18 anni. La cosa più deprimente è certe formazioni originarie, certi imprinting, col cavolo che li mitighi, restano intonsi per tutta la vita … che rabbia!!!

    • elinepal ha detto:

      rabbia. questo è il sentimento che ho voluto sfogare scrivendo questo post, di getto, di notte, dopo un paio di bicchieri di rosso.

    • elinepal ha detto:

      fico eh? come si riesce a riprendersi la vita…. per questo alle volte mi autoassolvo quando faccio qualche cazzata con i miei figli. spero riescano a sopravvivere anche a me 🙂

    • di certo che lo faranno! 😀

  5. mtcava ha detto:

    ehi ma stavi con me in collegio, non mi ricordo di te 😦

    • elinepal ha detto:

      Tu parli di collegio proprio di quelli dove i bambini e le bambine rimangono anche a dormire? Eri li? Ma a che età?

    • mtcava ha detto:

      dal 1966 al 1973

  6. cliccare “mi piace” non rende giustizia, ma era un piccolo segno di presenza e di indignazione che non potevo non lasciarti.

  7. hai ragione, non è solo la calligrafia quella che vogliono forzare a fare…

  8. LuceOmbrA ha detto:

    Tu non sei quello che ti hanno costretto a credere di essere. Tu sei tu e meriti di volerti bene…

    • elinepal ha detto:

      Grazie luce(ombra). Già me ne voglio di più….
      buona giornata 🙂

  9. cavolo, hai descritto perfettamente il mio Super Io che puntualmente bussa di notte!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: