e mo’ basta

crudelia

dopo le settimane passate a lavorare come un matta, e a lamentarmi di sentirmi sola, e a piangere su me stessa, e a strisciare nel letto senza poter dormire, e a piagnucolare che proprio non ce la potevo fare più, e di conseguenza a scrivere dei post moscissimi, di tristezza e lamentela, ammorbando il prossimo, ed avendo ricevuto delle doverose sferzate da amici blogger e non, (respirate) ho deciso di cambiare tono ai miei scritti.

in fondo avevo iniziato a scrivere per liberare tutta la mia creatività (e questa potrebbe essere considerata una minaccia). avevo appunto scelto l’anonimato per non dover rendere conto a nessuno di ciò che scrivevo. poi la questione mi ha preso un poco la mano e il mio anonimato non  è più così completo.

macchissenefrega. ho deciso di ricominciare a scrivere quello che mi pare.

il blog sui maschi e la cacca mi è uscito così! quasi spontaneamente. (incredibile, eh!) ora arriverà il resto.

si parlerà di menopausa, di viagra, di viaggi del cavolo, di amiche perfide e di donne che odiano le donne.

parlerò di tradimenti e di furbizie maschili.

di quello che incontro per strada e di quello che mi invento nei sogni.

forse non userò la punteggiatura giusta e nemmeno le maiuscole. e ciò per dare in pasto ai criticoni tutto il materiale possibile. essì, perchè ultimamente pur non avendo molto tempo per scrivere o commentare, mi sono fatta un poco di giri di letture qua e là ed ho notato quanti bloggers eruditi ci sono, e quanto ci tengono alla loro erudizione.

e la mostrano, e la incorniciano, e la pompano come culturisti. una noia mortale. ma poi, non contenti, danno pure lezioncine di scrittura e lavate di capo e smerdate pubbliche.

figuriamoci! assolutamente libero ognuno di scrivere ciò che crede. ma mi sono fermata a riflettere. e da questa profonda riflessione mi è nata la voglia di scrivere proprio così, alla come viene viene.

e  vediamo.

Annunci
33 commenti
    • elinepal ha detto:

      a presto cara

  1. solounoscoglio ha detto:

    Oh!
    Cossi si fa!

    • elinepal ha detto:

      e infatti.. perdincibacco!!

  2. Un post si scrive in fretta , non si va per il sottile e non si commenta la sintassi o altro.
    Posso solo esortare a scrivere …. Daje sotto!
    Giancarlo

    • elinepal ha detto:

      e vediamo che esce. ciao Giancarlo, un piacere i tuoi passaggi.

  3. l’importante è essere liberi di essere noi stessi. Io credo che sia questo il motivo per cui scrivo e ho un blog. quindi per me ci sta tutto. alti e bassi compresi. ciao cara

    • elinepal ha detto:

      più che bassi direi una voragine, ma tanto lamentarsi è inutile… 🙂

  4. ahah ahah ahah
    dici a me?

    peggio di come scrivo non si trova nessuno nel raggio di un link! (non so che c’entri ma mi è venuto così)….

    Ma chi l’ha detto poi che scrivi male??

    Apprezzo la volontà di cambiamento, ma a volte capita di…e pazienza!

    un abbracio
    .marta

    • elinepal ha detto:

      in verità nessuno me l’ha detto e nessuno mi ha criticato alcunchè… ma diciamocelo criticare una come me è come sparare sulla croce rossa…
      🙂

  5. apperò, lo sfogo! eppoi che ce l’hai a fare il blog, se ci devi scrivere in punta di dita? però una cosa: se scrivi di furbizie maschili, aspetto pure un post sulle furbizie femminili… non che io sia un fanatico della par condicio, ma sai, secondo me con le furbizie femminili pure avresti una piccola miniera, ed è sempre interessante ascoltare una “voce di dentro”

    • elinepal ha detto:

      infatti hai ragione, ne parlerò…. eccome!

  6. adrianmeis ha detto:

    Posso suggerire un titolo al tuo post? 😉 senza essere fulminato intendo… lo intitolerei: Inno alla spontaneità. Però non essere troppo cattiva mi raccomando… di cattiveria ce n’è già tanta in giro. Buona scrittura spontanea allora e noi affezionati tuoi lettori aspettiamo di leggerti… 🙂

    • elinepal ha detto:

      questa cosa della scrittura spontanea mi ricorda di certe medium che scrivono sotto trance parole dettate dagli spiriti… sarebbe mica male: il primo blog dell’aldilà! avrei un sacco di anime che mi leggono 🙂

    • adrianmeis ha detto:

      Lo vedi… non puoi essere cattiva perché sei spiritosa (non nel senso di medium 😉 )

    • elinepal ha detto:

      l’ironia a volte può essere molto tagliente ih ih ih !!! (risata sardonica)

  7. Ma a cuel cualcuno, inzomma, gli dici che passasse anche da me così risparmio i soldi del corzo di Itagliano?

    Ps. Attendo post sul viagra. X un mio amico eh?!?!

    • elinepal ha detto:

      certo glielo dico cos’ gli impari anche qualcosa.
      p.s. sempre per gli amici eh!!

    • Ti vedo più frizzantina.
      Bene!!!

    • elinepal ha detto:

      😉

  8. Nel blog come nella vita ognuno deve essere quel che è…nel bene e nel male, poi i lettori scelgono dove fermarsi. E i bassi fanno parte del pacchetto-vita 😉

    • elinepal ha detto:

      infatti, mi stupisco sempre sassaissimo quando qualcuno si ferma a leggere ciò che scrivo. 🙂

  9. luporenna ha detto:

    EVVAIIII COSI’!! A ruota libera. Dacci il meglio di te, qualunque cosa sia: cufecchie, jacovelle, voce ‘e capera. Siamo tutti in anzia…

    • elinepal ha detto:

      ahaha, ma cosa hai detto! ihihihi non capisco niente. lupaccio!

  10. Un bel programma d’intenti. Rimango in trepida attesa… 😀
    Nicola

    • elinepal ha detto:

      aspetta che trovo un poco più di tempo e vedremo…. (mi sa che mi sono incartata in un giochetto perverso 😉 )

    • elinepal ha detto:

      😛

  11. Pablo ha detto:

    E vai, e che cazzo, macchissenefrega!
    Bella mi piace questa cosa, questa ribellione verso gli altri, ma soprattutto verso se stessi.
    Vai vai vai.
    Pablo

  12. TADS ha detto:

    il web è pieni di “maestrini/e” con la matita rossa, chi privilegia la forma scarseggia in sostanza, comunque se qualcuno evidenzia SIMPATICAMENTE uno svarione è giusto ringraziarlo

    appartengo alla vecchia scuola dei bloggers, dieci anni fa eravamo in pochi e molti di noi rispettavano una tacita regola, quando si scrive un post si “SCRIVE”, quando si scrive un commento si “PARLA”. E’ una bizzarra forma di rispetto, in casa propria si sale in cattedra, in casa d’altra si sta sul banco degli allievi… ti dirò che non era male come formula, tra l’altro ibridava la spontaneità alla riflessione.

    vacci pesante, c’è un mortorio in giro…!!! 😀

    TADS

  13. Topper ha detto:

    Scrivere “alla come viene viene” ti riesce benissimo. Spero di non diventare mai palloso come quei blogger di cui parli ma più che altro spero di leggere presto qualcosa sul viagra. Potrei averne bisogno…

  14. scrivi, Eli, scrivi, come viene viene…. che mi sembra proprio che vanga bene. Fagliela vedere agli eruditi che, se non voglion cogliere, si girino di là….

  15. Un blog dovrebbe proprio servire a questo: a dire quello che vuoi, come vuoi, quando vuoi; perchè io probabilmente non ho capito nulla, ma un blog è (o perlomeno dovrebbe essere) “espressione di libertà”…. o no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: