un mondo normale

luna opaca

in un mondo normale non uscirei alle nove di sera per tornare in ufficio a lavorare

in un mondo normale non mi sentirei abbandonata da qualcuno che tecnicamente non può abbandonarmi

in un mondo normale la luna piena e l’aria tiepida accompagnerebbero il mio riposo ed il giusto sonno

in un qualsiasi mondo tutto il lavoro e l’impegno e la professionalità e l’amore e la dedizione darebbero per   conseguenza di una vita normale

Annunci
25 commenti
  1. cosa c’è di normale adesso…………nulla aime…….

    marcello

    • elinepal ha detto:

      infatti….

  2. Ma qui siamo in Italia, e di tutta l’Italia siamo a Roma! E che ‘n ce ‘o sai, nì?

    • elinepal ha detto:

      a nì, me riccomanno pe’ domani!

    • Tuttapposto cì te chiamo domani a mmatina e se mettemo d’accordo!

    • elinepal ha detto:

      bene! comunque si dice mettemio, impara a scrive!

  3. solounoscoglio ha detto:

    forse in un mondo normale ti annoieresti…sorridi, dai….

    • elinepal ha detto:

      in pizzico di noia in fondo…. che male ci sarebbe…. 🙂

    • solounoscoglio ha detto:

      un pò come il sorbetto tra un pasto e l’altro…

    • elinepal ha detto:

      eggià

  4. r. ha detto:

    Il problema che non c’è nulla di più normale di questo mondo.

    • elinepal ha detto:

      e neanche più le mezze stagioni. e fa caldo e sudi! e fa freddo e tremi! e metti la maglia e togli la maglia, mi so pure raffreddata!

    • r. ha detto:

      E i neri hanno il ritmo nel sangue.

    • elinepal ha detto:

      🙂 eggià

  5. E’ strano quanto a volte l’unica cosa che desideriamo è la normalità…un po’ di sana normalità…
    Ti abbraccio!

    • elinepal ha detto:

      abbraccio te!

  6. Pablo ha detto:

    Capisco perfettamente quello che vuoi dire. Anch’io ho sempre lavorato dopo le nove di sera, dopo mezzanotte o tutta la notte col desiderio di “normalità”. Ma nei periodi in cui ho goduto della “normalità” ero sempre stanco e sempre assonnato e questa cosa non mi è mai piaciuta. Ho paura che la normalità sia sorella alla pigrizia, ma ovviamente è una considerazione soggettiva. E le sfumature sono tante a cominciare dal lavoro che uno svolge che se ti appassiona è tutta un’altra cosa. E in questo sono fortunato.
    Pablo

    • elinepal ha detto:

      certo anche io sono fortunata. il lavoro me lo sono scelto, capato e costruito. e quindi non avrei neanche diritto al lamento. lavorare di notte dopo aver lavorato il giorno per giorni di fila però toglie il senno. e la questione vera è avere prospettive. in questa epoca tutto ciò si fa per sopravvivere. è questa la vera causa della depressione. la pigrizia è una sana abitudine 😉
      un abraccio

    • elinepal ha detto:

      p.s. notare solo quanto ci ho messo a rispondere….

  7. luporenna ha detto:

    A parte l’ultimo punto (ma solo in parte…) sono le stesse identiche considerazioni che faceva Patrizia D’Addario

    • elinepal ha detto:

      perchè lo faceva anche in ufficio?
      tu non sei un lupo, sei una iena….
      🙂

    • luporenna ha detto:

      E tu sei la stella più bella tu tutte le terre sommerse, e non solo. Meriteresti un mare tutto tuo, un mare qualunque, tranne il “Mare della traquillità” …. lì moriresti.

    • luporenna ha detto:

      Ti voglio bene … e ho detto tutto!

    • elinepal ha detto:

      😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: