Νέμεσις – Nemesi

nèmei s. f., letter. – Propr. nome proprio, Nemesi (gr. Νέμεσις, lat. Nemĕsis), personificazione nella mitologia greca e latina della giustizia distributiva, e perciò punitrice di quanto, eccedendo la giusta misura, turba l’ordine dell’universo. Con uso fig., nstorica, espressione riferita ad avvenimenti storici che sembrano quasi riparare o vendicare sui discendenti antiche ingiustizie o colpe di uomini e nazioni; è una n., a proposito di un avvenimento considerato come un atto di giustizia compensativa. Talvolta anche col sign. generico di punizione o vendetta, con carattere di ineluttabile fatalità.

Tempo fa lessi e commentai un post ( che al momento non trovo e che quindi ritengo cancellato sicchè non ne citerò l’autrice ) che parlava di vendetta. Vendetta praticata dalla stessa, in modo “pesante” con agguati e violenza fisica, su uomini che evidentemente l’avevano quanto meno delusa, o tradita.  Lei era anche un poco pentita. Io mi ero dichiarata assolutamente “fan”.

Non ho mai saputo diventare vendicativa. Essere io la dea della giustizia. E’ vero che una sberla o due l’ho distribuita ( sono stata anche accusata di un pugno ma non era vero). Ma mi sono state veramente strappate dalle mani. Però la vendetta, quella vera, studiata, meditata, e poi realizzata, non mi è mai appartenuta. Eppure io sono una donna capace di grandi odii. Grandi amori e grandi odii. E quando vengo tradita, quando la mia fiducia viene oltraggiata, divento veramente cattiva. Il fatto è che sono un’impulsiva. Mentre la vendetta va consumata  a freddo.

Ci sono donne che si vendicano comunicando all’altra della propria esistenza. Amanti che scrivono alle mogli. Mogli tradite che insultano amanti. Donne che si accapigliano per un uomo. Ecco questo tipo di vendetta è proprio l’ultima che ritengo appropriata a me. Andare a colpire un’altra donna, quando è evidente che l’infame è solo la persona che si ha accanto, è veramente da poveracce.

Allora? ecco mi manca proprio la fantasia. Su internet si trovano filmati di mogli o amanti tradite che con martello o mazzerocco sfondano le auto dei traditori. Per alcuni uomini, si sa, l’auto è una parte della famiglia, viene quasi prima dei figli. Ma essi non sono mai stati i miei uomini.

Altre donne si mettono ad inveire e tentare lo sputtanamento su Facebook o sui blog o in qualunque altra modalità virtuale, con il risultato di essere compatite dal pubblico femminile, evitate da quello maschile (oggi a te domani a me) e insultate pesantemente dal fedifrago.

Continuo a ripetere che non sono assolutamente creativa. C’è bisogno di fantasia. Sicuramente ci sono persone che hanno attuato, o almeno immaginato, vendette degne de le Liaisons dangereuses. 

Magari aggiornatemi, potrebbe anche essermi utile, chissà . E comunque sfogarsi fa bene!

Annunci
38 commenti
  1. Io di tradimenti ne ho subiti ( roba da incazzarcisi come le Erinni ) ma le mie tattiche sono diverse da queste banalita’ da coatta trasteverina. Ci vuole astuzia. Non nasciamo donne per caso… Ce lo dobbiamo anche meritare ‘sto cazzo di titolo. DONNA !!! Saluti da oltreoceano.

    • elinepal ha detto:

      certo, sono d’accordo. ma dimmele queste tattiche…

    • Non e’ che si possa dire molto… qui in mondo visione. Comunque io sono per l’antico testamento. Occhio per occhio, corna per corna. Ma non cosi’… a sfregio. Ci vuole tattica, e vale solo nel caso in cui ( la maggior parte ) lui torni col capo cosparso di cenere. Lasciare tracce di ripetuti tradimenti, anche se non avvengono in realta’. NOn con amanti diversi… UNO SOLO…FISSO !!!! Che cosa ti puo’ dire lui????? NIENTE, ASSOLUTAMENTE NIENTE ( Vabbe’ che ora va di moda il femminicidio…) Comunque un travaso di bile al giorno non glielo leva nessuno. Ti assicuro che dentro stanno male… molto.

    • Ah…e mi raccomando, dopo un po’, scaricalo. Tanto chi tradisce una volta lo fara’ sempre.

    • elinepal ha detto:

      Tattica feroce! Ma mi sembra una vendetta equilibrata. Misura per misura.
      Tu comunque con la vendetta non ti plachi. alla fine comunque lo molli.
      Sappiatelo!

    • Per forza. Che me ne faccio di un uomo cosi’ ??? 😉

    • elinepal ha detto:

      😜

  2. Come dice frammentidisabrinaesse….mi pare un’ottima soluzione.
    Per chi riesce, eh…

    Chi ti tradisce una volta lo farà sempre: vero!

    • elinepal ha detto:

      La scuola di pensiero che il tradimento è per sempre è dura…. forse lo pensa solo chi non ha tradito. Mai.

    • be’…se lo fa non può star a lamentarsi, allora…
      Penso, eh…

    • elinepal ha detto:

      Mi spiego meglio. Se una volta nella vita hai tradito, non è che sopporti meglio il tradimento. Magari sarà compensazione karmika, ma non si prende mica bene! Si capisce meglio però quali sono i meccanismi del tradimento e si riesce, forse, a passare oltre. Certo che mica tutti i traditori e i tradimenti sono uguali! Ci sono quelli occasionali, gli inciampi. Poi quelli seriali, patologici….. ci si può scrivere dei libri….

  3. una volta ho sentito alla radio una donna tradita che svelò la sua vendetta.
    Disse al marito che voleva fare l’,amore, ma in modo strano.
    Lo legò al letto.
    Stretto.
    Poi quando era ben assicurato, fece entrare un uomo nella camera.
    Lo spogliò e lo scopò.
    Davanti al marito che urlava e inveiva.

    Ecco … per me LEI è leggenda.

    • elinepal ha detto:

      Lo è. Assolutamente divina!

    • elinepal ha detto:

      per questo ti chiamano incredibile !?!?

    • ahhhhhhhhhhhhhhhhhh

  4. solounoscoglio ha detto:

    Credo che una donna come te sia difficile da dimenticare. E questa è una soddisfazione di gran lunga superiore rispetto a quella immediata ma effimera suggerita dalla vendetta.
    Un caro saluto

    • elinepal ha detto:

      ecco il tuo intervento mi fa piacere…..
      saluti a te! 🙂

  5. TADS ha detto:

    la vendetta non può essere standardizzata, le corna sono personali e tali devono essere le ritorsioni, se becchi un cuckold la vendetta descritta da “incredibile” diventa una cortesia, tanto per capirci.

    anche le donne che tradiscono una volta tradiscono sempre, mi si dimostri il contrario, lungi da me creare fronti polemici ma le convinzioni di “frammenti” sono un tantino anacronistiche. Quello di far credere al proprio uomo di essere cornuto è un consiglio che ho dato mesi fa a una blogger trascurata, una “tecnica” che può avere una logica se finalizzata ad un risveglio. Far credere di aver un amante a chi ti tradisce significa mettergli in mano una giustificazione, altro che travasi di bile.

    al tuo posto resetterei la storia e guarderei avanti, se non hai la cattiveria per fare la stronza al cubo va a finire che ti ritrovi in mare di sensi di colpa, fare del male ha senso quando crea godimento.

    TADS

    • elinepal ha detto:

      Ma si, mi piace creare polemica. Lo scopo sarebbe questo, per l’appunto. Detto fra noi, non è che stia cercando consigli da attuare al momento. Ma il post di una donna che era stata particolarmente violenta nella vendetta mi ha fatto riflettere su come io non ne abbia mai attuata alcuna. E si che di corna me ne sono beccate!
      Certo che anche le donne tradiscono, e ripetutamente. E, se mi posso permettere, sono anche più in gamba e si fanno scoprire più difficilmente. Forse perchè nell’uomo c’è anche una sorta di orgoglio virile nell’avere amanti? Chissà! Però alle volte sembra lo facciano apposta a farsi beccare. Anche certi tipi intelligenti che non penseresti mai possano tralasciare di cancellare tutti i messaggi sul cellulare….
      Io comunque sono la regina del reset…ci feci anche un figlio…..

  6. TADS ha detto:

    condivido, gli uomini sono poco prudenti e faciloni, si fanno sgamare più delle donne,
    gli sms non cancellati poi… sono un must

    TADS

    • elinepal ha detto:

      I cellulari credo siano la maggiore causa di divorzio

    • TADS ha detto:

      la maggiore causa di divorzio è il matrimonio :mrgreen:

    • elinepal ha detto:

      😛 intendevo divorzio in senso lato….

  7. mtcava ha detto:

    Mi dispiace leggere tutto questo, e mi vergogno di dirvi, che io sono stata fortunata, però ricordatevi che se un uomo cade la colpa è sempre di una donna…magari la vostra amica migliore.
    Vi auguro di trovare un buon compagno,io ci sono riuscita ,anche se a volte un pò palloso, ma dopo circa 40 anni (4 di fidanzamento e 36 di matrimonio) è comprensibile e vi posso assicurare che ho un caratteraccio, io non discuto attacco immediatamente 😉

    • elinepal ha detto:

      perchè dovresti vergognarti di avere un matrimonio che dura da tanti anni? evidentemente tuo marito ha scelto te e te e basta. o magari sei stata brava tu a non fargli desiderare altro.ma che opinione triste hai di questi signori uomini così privi di volontà da farsi predare dalle amiche erinni? ecco su questo non siamo d’accordo. qualunque triangolo ha, per l’appunto, tre lati. possono esserci donne predatrici di uomo che non si fanno alcuno scrupolo anche se è impegnato. ma ci sono, credimi ce ne sono tanti, uomini che vanno in giro lamentandosi di quale baratro grigio sia oramai il loro menage matrimoniale. di come non sono compresi, o curati. non considerati o peggio trattati come semplici attrezzi da lavoro. uomini che raccontano cose raccapriccianti sulle loro mogli, cercando di infilarsi nel letto di altre donne. uomini che raccontano di come il rapporto con la moglie o compagna sia oramai fraterno, da mesi o anni, e che il sesso per loro è solo un antico ricordo. uomini che mettono i problemi economici o i figli come impedimento che ha ostacolato la loro uscita da un matrimonio non più voluto. la quantità di scuse, vere o inventate, che ho sentito portare da uomini che volevano portarsi a letto un’altra donna sono veramente tante. una sola volta ho incontrato un uomo che aveva il coraggio di dichiararsi felicemente sposato ma semplicemente incapace di rimanere fedele. esistono uomini che “cadono”, uomini che si “tuffano”, uomini che poi si pentono e raccontano tutto, altri che lo fanno e negano anche davanti all’evidenza, traditori occasionali e traditori seriali. così come esistono donne corrette che decidono “di non fare ad una donna ciò che non vorrebbero fosse fatto a loro” e scansano gli impegnati come la peste.

  8. Pablo ha detto:

    1) Non ho capito bene, tu vuoi o devi vendicarti?
    2) Il tuo uomo ti ha tradita?
    3) Vuoi essere pronta per una eventuale vendetta?
    Le vendette sono pericolose, non per chi le riceve, ma per chi le attua. Bisogna essere veramente preparati e avere molta fortuna perché se la vendetta non riesce si peggiora la nostra posizione, si fa la figura del/della deficiente, si fa pena alla controparte e si cade in frustrazione. Quindi meglio evitare.
    Se si tratta di tradimento, però, l’unico suggerimento che ti posso dare e che tra l’altro è indolore, anzi può anche essere piacevole, è: farsi vedere, dall’uomo traditore, con più uomini possibili a turno. Ti assicuro che oltre ad essere una bella avventura fa veramente male. E poi non si sa mai, si potrebbe incontrare un nuovo partner più meritevole.
    Buona vendetta.
    Pablo

    • elinepal ha detto:

      Noo!! 🙂 ho scritto questo post proprio perchè incuriosita da donne vendicatrici visto che la capacità di organizzare vendetta mi è assolutamente estranea. certo che quando sono stata tradita, e lo sono stata!, ho avuto pensieri mortiferi di vendette atroci. ma non sono mai arrivata a metterli in atto. mi manca anche la fantasia giusta (vedi Mister Incredibile) e forse anche la voglia. mantenere il proprio uomo sul filo tra la sicurezza di averti e la possibilità che ci siano anche altri interessati a te è una vecchia tattica femminile per mantenere desta l’attenzione del maschio…
      per chiudere con ironia, sentita in radio:
      – mio marito mi ha tradita con la mia migliore amica, come posso vendicarmi?
      – lasciaglielo.

  9. solounoscoglio ha detto:

    il consiglio di Pablo non è male, mi fa tornare in mente qualcosa di simile sperimentato a 18 anni. il mio ex si presentava ad una festa di amici comuni con quella con cui mi aveva cornificato e sperando nel mio buonsenso (!) mi chiese di non andare… io invece chiamai uno dei ragazzi più fighi della città e gli spiegai che avevo bisogno della sua compagnia per affrontare la serata. risultato: l’ex ci ripensò ed il figone penso bene di provarci così io mi ritrovai più confusa di prima…
    ma insisto, niente e nessuno che ci ha ferito merita il tempo dedicato a pianificare vendette o robe simili. un bel sorriso sul volto scalfisce l’altrui narcisismo più delle nostre lacrime.

    • elinepal ha detto:

      sei una Gran Donna!

    • solounoscoglio ha detto:

      beh, anche tu non sei niente male… 🙂

    • elinepal ha detto:

      😀

  10. Non so, a me il video pare un fake. Ma io sono una brutta persona, e anche andreottiano nel fondo del mio cuore. Francamente non credo che una donna si metta a fare un numero del genere. Non così lungo, non con quella intensità. Una donna, così come la conosco io, penso che dopo la prima botta di mazzetta si domanderebbe cosa diavolo sta lì a fare. E se ne andrebbe. Credo che una reazione più appropriata, sempre che fosse realmente avvelenata, sarebbe (come tu prospetti) telefonare a qualcuna, o sussurrare in qualche orecchio. E comunque non mi pare che ne valga la pena, alla fine. Per cui, bene fai tu. Decisamente.

  11. fracatz ha detto:

    eppure viviamo ormai una società di libero pensiero, libero amore,
    quello che raccomando io nelle mie consulenze di coppia è che in famiglia ci sia equilibrio, nel senso che se lui va a puttane e tutti sappiamo quanto costano, anche se a volte non accettano denaro, ma si accontentano di merci e servizi di conforto, lei deve fare altrettanto per la sana economia di famiglia, anzi, se veramente abile, introitare di più
    e tutti vissero felici e contenti

  12. ff0rt ha detto:

    Ritengo che la vendetta raramente dia soddisfazione. Dipende dall’indole, però.

    • elinepal ha detto:

      Sono d’accordo.

  13. Silver Silvan ha detto:

    Che vendette banali. La cattiveria può essere esercitata in modo infinitamente più sottili. Quelle che ho letto sopra sono vendette da sguattere.

    • elinepal ha detto:

      Lusingata della visita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: