moves on

Come la Crisalide d’Aria di Murakami, ho la sensazione di essere una entità senza tempo in un bozzolo che si modifica a velocità impressionante.

Non esattamente databile, ma la mia sensazione è di essere sempre uguale a me stessa.

Tranne poi posare distrattamente lo sguardo su una vetrina, mentre ci passo davanti, e vedermi riflessa. Una sensazione di straniamento, una sovrapposizione di linee sul mio corpo florido ma atletico che disegnano un’altra sagoma, sfumata nei contorni, decisamente più rotonda e larga, vagamente matronale, sensibilmente simile a quella che aveva  mia madre alla mia età.

A nulla sono valsi i vani tentativi di dieta, neanche a parlarne di eliminare gli alcolici. Fare sport, ma chi se lo può permettere….

Dunque ho iniziato a camminare. Sfruttando l’occasione di portare la cagnetta a spasso.

Ho scaricato un’app sull’iphone che mi dice, credo con una certa precisione, quanti passi ho fatto, in quanto tempo e percorrendo quanti chilometri. Manca solo il contacalorie e sono a posto. Durante la settimana riesco a fare una passeggiata al giorno di tre o quattro chilometri. Lo so, sono pochini. Ma sto inchiodata in ufficio ore ed ore. Durante il fine settimana però, non avendo il piccoletto, nonstante le piogge monsoniche, mi sono lanciata.

Di passaggio, verso il teatrino di periferia, mi sono anche fermata da Decatlon per dare un rapido sguardo alle scarpe. Ma poi mi sono vista “camminare” con un bel paio di runner nuove fiammanti, inserita di diritto nella categoria signore-in-menopausa-che-non-hanno-mai-fatto-uno-sport-e-ora-la-ginecologa-le-obbliga-a-camminare, ed ho quindi deciso di tenermi le vecchie, gloriose, lerce nike.

Stamani, quindi, bando alla pigrizia, e con sommo stupore della cagnetta alle otto eravamo già fuori casa. Direzione: Villa Pamphili.

Veramente agguerrita avevo deciso di attraversarla tutta, da Porta San Pancrazio, a Via della Nocetta e ritorno, superando il ponte che come un punto di sutura unisce i due lati del parco tagliati dall’Olimpica.

Cicoria quando mi vede così già lo sa. Va avanti e indietro libera. Incrocia cani, si annusano, due zompetti e riparte, muso in alto e coda diritta come a dire: scusate non ho tempo per giocare, siamo in missione, noi.

Devo solo stare attenta ad evitare certe zone a rischio caccia grossa. Il gattile dopo la valle dei cani o il laghetto con le anatre. Essendo domenica, poi, dovevo certamente evitare il viale principale per non incontrare le guardie a cavallo. Lei gli si lancia contro latrando e cavalli e carabinieri mi guardano con sufficienza mentre tento di richiamarla urlando a squarciagola e legarle il guinzaglio cercando di evitare di prendermi una zoccolata in testa.

La Villa mi sorprende sempre. Ogni volta trovo i prati di un colore diverso. Oggi era la volta dell’azzurro. Milioni di fori ricresciuti dopo le ultime piogge che mischiati al verde degli alberi fanno girare la testa dallo shock  cromatico.

2013-07-07 08.54.00

Come al solito, nonostante le precauzioni, c’è stata la fuga. Non avevo  fatto i conti con la “zona volpe”. E puntuale Cicoria è sparita. Si è infilata in un cunicolo tra due reti che costeggia il parco fino all’Aurelia, l’ho sentita prima abbaiare e poi latrare, segno che aveva individuato una preda, e poi più nulla.

Già un’altra volta era successo ed io ero finita nel cunicolo, imprecando, incespicando e temendo di mettere il piede in una tagliola o inciampare in un cadavere putrefatto. Dopo vane ricerche, tutta graffiata, ero tornata indietro convinta di averla perduta per sempre. Dopo circa dieci minuti, mentre ero sul pratone antistante cercando di capire cosa fare, era ricomparsa da tutta un’altra direzione.

Stavolta quindi non mi sono avventurata. Continuando a chiamarla ogni tanto, lanciando un fischio ogni due minuti ho continuato a camminare in cerchio intorno agli alberi del pratone, in attesa della sua ricomparsa, senza perdere il ritmo della camminata. Ci sono padroni di cani, e ciclisti, e mamme con passeggini che si staranno ancora chiedendo chi era la matta che camminava in cerchio fischiando ad un cane immaginario con un guinzaglio a tracolla. Se doveste passare per Villa Pamphili e la incrociaste potete andare sicuri e salutarla: ehilà Elinepal, quella gran zoccola di Cicoria è scappata di nuovo?

La troiona è tornata dopo circa un quarto d’ora e,  dopo essere stata strapazzata il giusto, siamo ripartite.

Per concludere la questione, io, oramai fomentata, avevo un’andatura notevole. Ho sentito finalmente il cuore ricominciare a battere e il respiro diventare più profondo. I glutei hanno orgogliosamente ripreso la loro lotta contro la legge di gravità e la circolazione è tornata un minimo a fluire.

Alla fine posso dire con orgoglio che il risultato è stato questo.IMG_1573

Annunci
20 commenti
  1. adrianmeis ha detto:

    Non tutto il cane vien per nuocere… 😀

    • elinepal ha detto:

      esatto, come un figlio un cane ti cambia la vita… nel bene e nel male….

  2. masticone ha detto:

    Grande capo esticazzi pensa che 9 km sono il quintuplo di quanto lui fare ogni giorno e si vergogna molto

    • elinepal ha detto:

      grande capo fa molto sport, lo si sa…..

  3. Milla ha detto:

    9km sono una cifra! Diventerai presto Jill Cooper, io lo so.

    • elinepal ha detto:

      ah ecco, sono andata a cercarla su google, direi di si, pressappoco, quasi…..

  4. liù ha detto:

    Sto leggendo Murakami proprio adesso e il tuo incipit sulla “Crisalide d’aria” mi è piaciuto molto!
    Ps: Sono astemia ,non mangio dolci ma non riesco a buttare giù un etto! 😦
    Ciao
    liù

    • elinepal ha detto:

      Io ho finito il primo e secondo libro e ora devocomprare il terzo, parlo di 1Q84 ovviamente. Lo trovo veramente bello.
      Il vero segreto della forma fisica è non mangiare affatto 🙂

    • liù ha detto:

      Ma perchè dopo 1Q84 c’ un terzo libro ? Cioè un seguito di questo ? E il titolo sarebbe?
      Effettivamente il digiuno totale è la miglior dieta che possa esistere :mrgreen:

    • elinepal ha detto:

      si. Murakami ha scritto tre libri. il primo e il secondo sono ora raccolti anche in un unico volume in versione economica. il terzo è uscito da un paio di mesi, credo.
      io sono decisamente schizofrenica. non ho ancora comprato il terzo libro perchè attendo l’uscita in edizione economica. non per una questione di prezzo, ma perchè non mi piace avere nella libreria un terzo libro rilegato accanto ai primi due volumi in economica…….

    • liù ha detto:

      Sto leggendo per l’appunto i primi due,sono arrivata a 400 pagg e si sta facendo un po’ noioso,lo finirò ma al terzo rinuncio.
      Murakami è bravissimo a scrivere ,ma ci sono brani in cui farei il libro a pezzi per la noia.
      Da alcuni spoiler ho appreso che Tengo e Aomame nei primi 2 libri non si incontreranno mai,ma nel terzo forse si! Mi accontenterò di saperlo ma di leggerlo per adesso non ne ho alcuna voglia.
      Ciaooooooooo

    • elinepal ha detto:

      😉 magari poi te lo racconto

  5. Ringraziamo cicoria: omm…
    😉

    Grande Eli, il tuo raccontare è fantastico…
    buon inizio settimana
    .marta

    • elinepal ha detto:

      Grazie Marta!
      Buona settimana a te.

  6. mtcava ha detto:

    Sai mi hai stuzzicato,dovrei anche io incominciare queste passeggiate e non lasciare il piccolo Devil correre solo in giardino dietro le lucertole,grazie Elinepal!

    • elinepal ha detto:

      Devil? Di che razza è il tuo mangiatore di lucertole?

  7. marco ha detto:

    Ehh le donne hanno tutte le ossessioni della dieta, vi vedete sempre peggio di quello che siete! Però fare sport fa bene, poi devono essere davvero bei posti quelli in cui vai, quindi ancora meglio : ) !

    • elinepal ha detto:

      Vila Pamphili è bellissima, e poi è veramente grande. Ci puoi passare tantissimo tempo a correre o passeggiare senza mai ritrovarti nello stesso punto. Per poco che io ci vada è sempre una ricarica di energia.

  8. Mi sa che quella app la scarico anche io! 😀
    Domenica non ci siamo sfiorate per un soffio a villa pamphili… io la mattina non sono uscita PER PIGRIZIA, quindi te sei stata moltissimo più brava di me, il pomeriggio poi ha diluviato.
    Quanto deve essere bella cicoria! *__*

    • elinepal ha detto:

      oh! ma cara Endorphina sarebbe stato troppo fico incontrarsi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: