meno 76 – e quanto mi manchi…

fallalci1

L’amore fisico mi piace, te ne sarai accorto. Ma il motivo per cui mi piace non sta nel brivido con cui ci inebria e ci consegna all’oblio. Sta nella compagnia che ci regala e con la quale ci rincuora, nel conforto che proviamo a possedere un corpo da cui si è attratti: unire il nostro corpo a quel corpo, sentircelo dentro ed addosso. Alcuni sostengono che l’amore fisico non è che un mezzo per procreare, continuare la specie, ma si sbagliano di grosso… No, l’amore fisico è assai più d’un mezzo per continuare la specie. È un mezzo per parlare, comunicare, farsi compagnia. È un discorso fatto con la pelle anziché con le parole. E, finché dura, niente strappa alla solitudine quanto la sua materialità.
Oriana Fallaci – Insciallah
Annunci
22 commenti
  1. Parole sante. Lo dice anche Eliot nella sua poesia che ho pubblicato qualche tempo fa 🙂

    • elinepal ha detto:

      Ora me la vado a ripescare, mi sa che è meglio…..

  2. Alice ha detto:

    era uno di quelli che volevo leggere.
    ‘notte anche a te
    A

  3. Oriana Fallaci era una gran Stronzona, pace all’anima sua…

    • elinepal ha detto:

      Amen
      Ecco, appunto, e meno male che mi mancavi …..

    • Una razzista del cazzo, spocchiosa come solo i fiorentini più beceri sanno essere e come scrittrice un’icona della banalità
      Insciallà

    • elinepal ha detto:

      No, infatti, dicevo… non ti sentire inibito, di pure liberamente quello che pensi….
      comunque una volta sentii uno scrittore dire che “L’unico consiglio che mi sento di dare è quello di leggere qualcosa che appassiona e che ti prenda e ti porti via da se stessi. Non importa cosa. So che esiste una corrente di pensiero che fa analisi sulla buona e sulla cattiva letteratura. Io non sono così settario. Credo che non si legga affatto e che meglio dell’analfabetismo culturale vada bene anche incoraggiare a leggere qualcosa non necessariamente di grandissimo livello. Le torri d’avorio le lascio agli integralisti.” (cit.)

    • un vero coglione dai
      ammettiamolo
      E la Fallaci me lo poppa

    • elinepal ha detto:

      .. e daje…. 😉

  4. stupenda la Fallaci non capisco perchè masticone abbia risposto così, io sono d’accordo con le sue parole,l’amore fisico serve per imparare ad amarsi e a conoscersi sempre meglio…..un bacio Eli…..

    • elinepal ha detto:

      eccolo, ti ha risposto.

  5. E certo che l’amore fisico ha la sua importanza…è come mettere in pratica i propri pensieri, il proprio voler bene. Quasi una prova del nove (quasi).
    Se non si vuole bene l’amore fisico esalta la solitudine individuale…ed è terribile…

    Insciallah è uno dei pochi libri che non sono mai riuscita a portare a termine.
    A me la Fallaci non mi ha mai convinto… e non saprei nemmeno dire il perchè.
    …ma questo è un altro discorso…

    buonecose
    e buona giornata
    .marta

    • elinepal ha detto:

      Vabbè neanche a me la Fallaci mi ha mai preso più di tanto, ma quando si trova qualcosa, un passo o una frase che ci corrisponde allora quella roba è tua, è scritta per te.

    • E’ vero ciò che dici, assolutamente.
      Infatti ho precisato…quello riferito alla scrittrice Fallaci…”è un altro discorso”.
      Discerneva dalla frase…impossibile che, anche se non piace, non si trovi un pensiero da condividere.
      E trovo che la pubblicazione di questa citazione sia interessante: offre diversi spunti di discussione..

    • elinepal ha detto:

      me ne sono accorta 🙂
      Buona giornata!

  6. L. ha detto:

    Prospettiva piuttosto maschile, quella della Fallacci, anche il signor L. non riesce a prescindere dal corpo nel riconoscimento dell’altro, a differenza della femmina che è dotata di sguardo.

    • elinepal ha detto:

      Caro Signor L. è vero che la donna è dotata di sguardo, ma mica prescinde dal corpo! Succede a volte di essere terribilmente affascinate da uomini che purtroppo fisicamente non ci prendono affatto. L’alchimia fisica o c’è o no si può inventare, e se non c’è non ci può essere relazione. Teoria sconfessata dal mio ex, il teatrante padre del piccoletto, il quale per convincermi definitivamente che non aveva una relazione con la sua giovane assistente mi disse che: poi, comunque, lei ha proprio un odore particolare che mi impedirebbe qualunque approccio. Ovvio che l’aveva in qualche modo annusata. Ma, a parte questo, al momento è qualche anno che vivono assieme. Certo ciò è accaduto specialmente grazie alla tenacia e dedizione della signorina, e lo dico senza alcun astio, che tra l’altro invece ora ci si frequenta pure. Con lei, intendo, dal momento che con il papà periodicamente si cucca anche il figliolo.

  7. ancorase ha detto:

    Sesso non procreativo ma funzionale comunque. Non mi basta. E pensare che un tempo mi ero innamorato follemente della Fallaci. Era la mia donna ideale, ma molto poco funzionale…

    • elinepal ha detto:

      Mi stai veramente dicendo che il sesso per te deve avere l’unico scopo di procreare? E bada che non sto parlando di sesso fatto tanto per, ma di uomo e donna innamorati che fanno l’amore ….

  8. ancorase ha detto:

    Non ho detto questo, o almeno non era nei miei pensieri… mi sarò espresso male. Come dice lei il sesso da un punto di vista funzionale (oltre alla procreazione) “…È un mezzo per parlare, comunicare, farsi compagnia. È un discorso fatto con la pelle anziché con le parole”…verissimo! Un uomo e una donna innamorati che fanno l’amore sono una delle poche cose buone, belle e vere della nostra condizione umana. Ma non basta, ripeto, (diciamo che non basta a me) perché io sono anche anima, intelligenza, spirito e voglio esplorare il verticale oltre che l’ orizzontale. In questo cammino il sesso lo vorrei portare con me, permeandolo di valori che un po’ lo trascendono e tanto lo sublimano. Questo va oltre i corpi e oltre l’innamoramento, siamo vicini alla relazione perfetta a cui tutti tendiamo e che per la finitezza umana non raggiungeremo in questa vita. Io ho “fatto sesso”con una sola donna nella mia vita e ancora debbo decidere se è stata una disgrazia o è stata la cosa più preziosa che ho costruito.

    • elinepal ha detto:

      capisco. condivido il senso profondo e alto che dai al rapporto sessuale. come donna dovrei sostenere che si può fare l’amore solo con chi si ama. non è così. ci sono a volte potenti attrazioni fisiche che non implicano l’amore. succede agli uomini e succede anche alle donne. il brano della fallaci mi è piaciuto perchè sottende, nel raccontare di una fisicità, una intimità emotiva ed intellettuale. è ciò che amo. non so se esiste il rapporto perfetto, ma avere una sola donna nella vita mi da il senso di una cosa preziosa.

  9. bettyboohhh ha detto:

    Son d’accordo con te Eli! Anch’io non condividevo le idee della Fallaci specialmente nell’ultimo periodo,ma devo ammettere che ha scritto delle belle belle frasi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: