meno 137 – caro principe azzurro ….

Caro Principe Azzurro,

so che sei tornato perchè stanotte ti ho sentito lanciare un sasso contro la finestra della mia torre.

Ho pure udito, mi sembra, i suoni di una serenata lontana. Ma era registrata e come sai io amo la musica dal vivo (specialmente dopo la mia svolta Jazz), anche se ho apprezzato la scelta del brano.

Ho anche sbirciato, dopo un po’, un bel po’, ma non ti ho visto più.

Forse immaginavo che avresti scalato la torre aggrappandoti ai rampicanti, incurante delle spine e dell’altezza vertiginosa, e che saresti entrato di soppiatto nella mia stanza risvegliandomi con uno dei tuoi potenti baci. (in realtà io sarei stata già sveglia, ma avrei fatto lo stesso finta di dormire).

O forse tu ti aspettavi che appena udito il tuo richiamo mi sarei affacciata lanciandoti la mia lunga treccia bionda (posticcia) invitandoti a salire tutta trepidante. Oppure ti ha dato fastidio il mio Mastino grigio che ti ha inseguito ringhiando?

So che hai dovuto sconfiggere l’orribile Orco Amor Proprio, per arrivare da me. L’hai dovuto costringere ad arretrare e lasciarti il passo.

Per questo forse ti saresti aspettato subito il tuo Bacio Premio.

Ma, come sai, io sono un po’ rozza. Più modello Shrek che non Fratelli Grimm. E avevo ancora il culo bruciante per le frecce avvelenate che le tue sorellastre mi hanno sparato dietro per impedirmi di raggiungerti. E certo il fatto di aver dovuto affrontare il Gran Drago della Maldicenza e avergli strappato le zanne a suon di sganascioni mi aveva un poco fiaccato e anche sbruciacchiato.

Dov’eri tu, mio bel Principe, mentre affrontavo tali perigli? Sul momento mi sono incazzata non poco per essermi ritrovata da sola nella pugna. Ma capisco che anche tu avrai avuto i tuoi sordidi nemici da abbattere e i tuoi cazzi da risolvere.

Allora mio caro, torna. Porta la tua chitarrina, strimpella le tue dolci note e vedrai che come per magia il mio portone si aprirà per te.

Tua

Fiona.

piesse Il tuo cavallo stanotte ha mangiato tutte le mie rose e fatto la cacca in giardino. Quando torni porta dei fiori. E una vanga, che dobbiamo spalare un po’ di merda.

pippiesse E seguili ogni tanto i buoni consigli del Mago Aka e del suo giovane apprendista!

princess_fiona90506

Annunci
15 commenti
  1. Michele ha detto:

    ahahha vedo che a sogni sei messa molto bene anche tu 🙂

    • elinepal ha detto:

      è più di un sogno….

    • Michele ha detto:

      🙂

    • elinepal ha detto:

      eccerto! dove lo trovo un altro Orco così! 🙂

    • elinepal ha detto:

      e mi fa piacere

    • elinepal ha detto:

      infatti 🙂

  2. cavaliereerrante ha detto:

    Capperi …. my darling @Elinepal, che bella favola esopica hai cavato fuori dalla tua ricca bisaccia di narratrice ! 🙂
    E chi erano i @Fratelli Grimm, o altri consimili affabulatori, appetto a te ???
    Ovviamente, ti auguro ‘infra le righe’ …. che il tuo @Shrek, sia più romantico ed appassionato, e più responsabile, di quello testè qui raccontato !!! 😀

    • elinepal ha detto:

      E’ Orco più di me 🙂 come si dice: chi si somiglia, si piglia! Romantico e appassionato assai, sul responsabile beh… se ha scelto me!

  3. cavaliereerrante ha detto:

    Se ha scelto te ?!? 😯
    Beh …. ha scelto “da Re” !!! :mrgreen:

    • elinepal ha detto:

      😀

  4. ancorase ha detto:

    Non so se più impietoso o spassoso questo spaccato di vita allegorizzata. io prppenderei per lo spassoso, ma nella mia esperienza ho imparato che molto spesso la rabbia ama viaggiare in carrozza, con tanti fronzoli di tagliente ironia. Personalmente a spalare m… non tornerei proprio.
    Simpaticamente, Si.

    • elinepal ha detto:

      torna, torna …. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: