meno 163 – befana&co

Befana-interni-2-per-webLo so, lo so, sono un’eterna scontenta.

E il natale non va bene….. E la befana non è più quella di una volta….

Ma francamente nessuno può dire che non ho ragione.

Però, ebbene si c’è un però, basta uscire dai grandi centri ed entrare in una dimensione più paesana, ed ecco che l’effetto è tutto un altro. Non è che non ci siano degli aberranti richiami all’orrore natalizio cittadino, ma rimangono confinati nello scopiazzamento. L’anima invece, mi sembra, è un’altra.

Oggi sono andata in un piccolo paesino arroccato su una collina vicino Roma, dove vivono i miei cugini, per l’ultimo  Presepe Vivente di questa stagione natalizia.

Già in passato mi era capitato di visitare un paese completamente trasformato in sacra rappresentazione della natività. E fu un’esperienza molto emozionante. Era un paese del Viterbese dove al tempo si viveva un’intensa sperimentazione teatrale con l’apertura di tanti spazi nuovi. E anche quel Presepe vivente aveva avuto un’abile regia che gli conferiva un’aria solenne e misteriosa.

Nel paesino di oggi non c’era alcuna regia. Solo la magia dei vicoli tra le case di tufo, la notte stellata, un poco di musiche e l’odore della legna bruciata. Ma vedere tutti gli artigiani di un paese – il fabbro, il falegname, il fornaio …  – in costume, riproporre il loro mestiere in versione presepesca coadiuvati dai ragazzini, dalle donne anziane, insomma da tutta la comunità; seguire il percorso in salita tra i vicoli e le botteghe fino ad arrivare alla “Grotta” con la sacra famiglia affiancata dall’asino e visitata dai Tre Re Magi; arrivare al premio finale: una deliziosa bruschetta con annaffiatura di vino bianco locale, dà la sensazione di un evento realmente partecipato e sentito e condiviso.

Senza contare poi l’effettone finale della Befana interpretata dalla pediatra del paese, che vola giù dal campanile della chiesa a cavallo della sua scopa illuminata gettando coriandoli e caramelle su una folla di ragazzini (e adulti) gioiosamente impazziti.

Un finale di festività natalizie veramente riconciliante con l’umanità.

Ora è mezzanotte e mezza, devo inforcare la mia scopa e fare il mio dovere…..

Annunci
19 commenti
  1. Beh eli, da come eri partita sembrava una cosa molto più grandguignolesca di quanto non sia stata in realtà. Non è che tante volte, siccome hai questa repulsione che ti torce le viscere, vuoi “correggere” le emozioni positive (che hai riversato a piene mani nel post :)) con un “colpo di tosse” iniziale che mascheri un po’? 😉
    Il caffè è di rigore prima del 25, a questo punto. Ti ho visto citata in un’email di un amico comune per quella data 😉

    • elinepal ha detto:

      adoooorooo essere citata! 🙂 caffè quando vuoi, scriviamoci.
      rispetto al post, che dire. mi sto invecchiando max e comunque anche quest’anno ho fatto il mio dovere. babbo natale e befana sono passati da casa mia. cena della vigilia, pranzo di natale e santo stefano fatti. esco da queste feste con almeno due chili in più ma ci voglio mettere anche che ho smesso di fumare. che altro dire, cerco di trovare del bello in quello che faccio anche se non è ciò che vorrei. né con chi lo vorrei. cerco di pensare positivo 😀

  2. frz40 ha detto:

    Sono sempre molto piacevoli, queste manifestazioni locali.Hai fatto bene a parlarne.

    • elinepal ha detto:

      Buona Befana Franz!

    • elinepal ha detto:

      sono pratica, non ti preoccupare

  3. la Befana interpretata dalla pediatra mi ha messo di buon umore, buona epifania 🙂

    • elinepal ha detto:

      Si, anche a me. Tra l’altro un mito perché l’hanno fatta scendere da un campanile altissimo! Io manco pagata….

    • nemmeno io, soffro di vertigini…coraggiosa e simpatica 🙂

    • elinepal ha detto:

      Vertigini anche io.Avevo le mani sudate a guardarli sul bordo del baratro fissare i cavi all’imbracatura…

    • come ti capisco…

  4. Anche io adoro posti così, tutta un’altra dimensione.. Poi mi chiedo come posso amare Paesi come l’India dove c’è un gran caos (e ovviamente amo anche quel caos…). A presto.

    • elinepal ha detto:

      certo, il bello è proprio variare ambienti ogni tanto.

    • elinepal ha detto:

      Buona Epifania!

    • elinepal ha detto:

      vero! buona serata!

  5. beta endorphin ha detto:

    Io voglio fare la befana che scende dal campanile! XD
    Comunque nei piccoli paeselli si usa fare questo tipo di manifestazioni che coinvolgono praticamente tutto il paese.. ed è carino visitarli 😉

    • elinepal ha detto:

      non so perchè ma sento che saresti una superBefana…. buona serata! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: