meno 249 – Ciao Camilla

Per la prima volta mi ritrovo a scrivere di una notizia avuta da Facebook.

Giorni fa trovai pubblicata questa foto.

Neanche a dirlo i commenti erano ferocemente ironici.

Chi incitava Camilla a mandarlo a cagare, chi ironizzava sullo stile della prosa. Insomma un linciaggio mediatico.

Qualcuno forse si è anche commosso, però. in fondo un gesto di grande umiltà. Nella sua rozzezza un bel messaggio d’amore.

Ma non finiva lì.

Oggi una fonte anonima – le fonti vanno tenute sempre anonime ammenochè  la fonte non volesse essere citata e allora lo farò volentieri –  sempre su FB dava l’anticipazione di un articolo che uscirà sul Messaggero di domani: un’intervista all’autore del dantesco manifesto.

Il fedifrago insomma, non pago di aver imbrattato diversi  quartieri con il suo tazebao, si è fatto intervistare e fotografare dal più popolare quotidiano della capitale.  Ma ha già pronta una versione meno colpevolista e molto più maschia.

perché Camilla è la moglie migliore del mondo e non merita tutta la sofferenza che le ho provocato. Per colpa dei miei errori le ho mancato di rispetto pubblicamente troppe volte e ora pubblicamente dovevo chiederle perdono

dice Gianluca alla giornalista e tenta di mitigare il senso, ovvio, della sua “mancanza”

A differenza di quello che ha pensato il 90% della gente dietro c’è qualcosa di molto più profondo. Una tempesta, come ho scritto sui cartelloni, da cui fortunatamente sono uscito. Per cinque anni ho convissuto con pesanti problemi di lavoro, ho dato retta a persone sbagliate che mi hanno causato anche diversi danni economici. Ho fatto l’errore, il più grande sbaglio della mia vita, di non parlarne con la mia famiglia, di allontanarmi. Tornavo a casa sempre stanco, nervoso, non dormivo la notte, non nego che ci sia stato qualche momento di debolezza e tra me e Camilla si è alzato un muro. Finché a maggio lei ha deciso di prendersi una pausa, me ne sono andato di casa e mi è crollato il mondo addosso

Già rinnega la responsabilità di ciò che è successo. Ha sbagliato ma non è stata colpa sua. Ci sono state le crisi economiche, le cattive compagnie, l’inondazione, le cavallette! Il suo vero errore è stato quello di tenersi tutto dentro, di caricarsi da solo il peso di tutti i problemi (che uomo!).

Poi vacilla e non si sente di negare “qualche momento di debolezza”. Eccolo che finalmente cala la maschera: i famosi cinque anni di tempesta li ha mitigati con il più ovvio dei balsami. Finchè la Signora si è fatta girare gli zebedei e (altro che periodo di pausa) l’ha buttato fuori di casa.

Ora di come finirà la questione tra Camilla e Gianluca francamente non ce ne può fregare di meno. Che lei commossa se lo riprenda, o che invece – anche un po infastidita da tanto clamore – lo mandi definitivamente a cagare è un problema loro.

Il succo è:   quello che sembrava il manifesto del pentimento e dell’umiltà, di fronte ad una giornalista ed al profumo della notorietà ha subito rialzato la cresta. Da vero Galletto de Roma.

224783.shtml Il Messaggero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: