meno 290 – cinquanta sfumature di verde

Dopo quasi due mesi passati in giro per l’Italia, dalla Toscana al Cilento e poi all’Appennino, dopo essere stata tra il mare e la campagna, tra il mare e la collina e finalmente sulle mie montagne, il pensiero di rientrare in città mi distrugge. Ho vissuto con  il rumore del mare, il canto del cuculo, il vento fischiare tra i rami, il richiamo dei gabbiani. Domani rientrerò nei miei abiti cittadini, avrò il panorama dei palazzi, belli per carità ma palazzi, e l’odore e il calore e i rumori della città. So di essere stata una privilegiata, non che siano stato proprio due mesi di vacanza – ho anche lavorato un bel po’. Ma sono stati due mesi di libertà assoluta dal traffico, dallo smog, dal sentirsi chiusi in un appartamento. Libertà di lavorare su una panchina all’ombra di un pino, o di percorrere i sentieri che da un paese portano agli altri senza mai incontrare un essere umano. Ho riempito gli occhi delle sfumature del mare e del cielo e poi del verde dei monti che amo. Oggi ho salutato la vecchia quercia. Ho fatto l’ultima corsa per i prati con Cicoria che acchiappava grilli saltellando come una lepre. Ho guardato le nuvole tingersi di rosso sopra i monti al tramonto, mentre intorno i boschi si coloravano di cinquecento sfumature di verde.

Me ne farò una ragione, ma sento che presto qualcosa nella mia vita cambierà.

Annunci
3 commenti
  1. blogandrealiberati ha detto:

    Non ci si abituerà mai ad un sistema che porta ulteriori squilibri all’essere umano che già di suo cerca istintivamente sistemi per rimanerci. Infatti appena rientrati nelle nostre pesanti città inizia la lunga apnea dolorosa dell’inverno. L’inverno è un momento meraviglioso e importante nel ciclo naturale e noi lo potremmo vivere un po’ meglio forse. Un sistema che tende a prendere molto e a concedere molto poco, è andamento dal quale ci si può solo difendere. Non mi pare che ti sia difesa male tutto sommato ; )
    Grazie per lo spunto
    A presto
    Andrea

    • elinepal ha detto:

      Grazie per la visita, Andrea! Si in effetti questa estate sono stata molto fortunata. Ora si lavora per l’inverno….. a presto.

    • blogandrealiberati ha detto:

      : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: