meno 341 – a proposito di erotismo

Negli ultimi anni al posto del best seller estivo vengono sfornate le trilogie.

Dopo la trilogia noir svedese e quella vampiresca quest’anno è la volta di un romanzone in tre volumi che dopo aver fatto scandalo e supervendite negli Stati Uniti è arrivato in italia.

Lo vedi leggere ovunque. Sulle spiagge libere da ragazzotte piegate sull’asciugamano, negli stabilimenti vip da signore bene su lettini di bungalow esclusivi, da uomini che non avresti mai sospettato. 

E’ la trilogia delle cinquanta sfumature: di Grigio, di Nero e (ovviamente) di Rosso. Lo scandalo ed il relativo successo dipendono, pare, dalla eroticità del romanzo. Il New York Times lo definisce: “il romanzo erotico che ha elettrizzato le donne d’America. Hanno diffuso il verbo su Facebook, in palestra, a casa, con le amiche, con i mariti….” The Guardian “Quello che ogni donna vuole. Ovviamente”

Ecco l’ovvio: si narra dell”incontro travolgente tra Ana e Christian”.

“Quando Anastasia Stele conosce il giovane imprenditore miliardario (!) Christian Grey, si accorge di essere attratta irresistibilmente da lui (!!). Convinta però che il loro incontro non avrà mai futuro (sob), prova a toglierselo dalla testa, finchè Grey compare nel negozio dove lei lavora e la invita a uscire con lui.

Semplice e ingenua (maddai!) Ana rimane scioccata quando capisce di volere quest’uomo a tutti i costi (ovvio). E quando lui la avverte di stargli lontano, questo fa sì che lei lo voglia ancora di più (tipico autolesionismo femminile).

Ma Grey è tormentato da demoni interiori (sembra l’Edward Rochester di Jane Eyre) e consumato dall’ossessione del controllo. Quando si lanciano in una travolgente storia d’amore, Ana scopre un lato di sé che ignorava, e gli oscuri segreti che Grey tiene nascosti a tutti…”

Ora, a parte l’infelice diminutivo di lei, cerchiamo di capire com’è servito tutto sto erotismo.

Ho davanti a me una copia del secondo libro, le cinquanta sfumature di nero, che ho prelevato nei giorni scorsi da un’amica romana e portato ad un’amica vacanziera che aveva già letto il primo e vuole sapere come evolve la questione. (per fortuna non tutti lo comprano. Almeno questo!).

Apro a caso:” L’accappatoio si apre, mentre io sono paralizzata dal suo sguardo ardente. Dopo un attimo lo spinge giù sulle spalle, facendolo scivolare a terra, ai miei piedi (la precisazione mi sembra necessaria). Rimango nuda di fronte a lui. Mi sfiora il viso con le nocche, e il suo tocco si propaga nelle profondità del mio ventre”. Quest’uomo ha le nocche più sensuali che io abbia mai sentito. Vado avanti di circa cento pagine. ” Mi solletica con le dita, il mio capezzolo si indurisce e si appuntisce (!) sotto il suo tocco esperto. Poi si sposta sui miei jeans, e abilmente li sbottona (ovvio che ci vuol a una certa abilità), tira giù la cerniera (abilissimo) e infila la mano nelle mutandine, facendola scivolare proprio lì (il corsivo è del testo)

Potrei andare avanti ma veramente mi viene la noia. Aggiungo solo che lui la chiama “piccola”(ogni volta che apre bocca) che ha gli occhi blu cobalto (ogni tre pagine), che blu cobalto è anche il riflesso del mare, e che mentre fanno l’amore lui le dice “sei mia!” (una fissa degli uomini questa di sentirsi in dovere di ribadire la proprietà). Penserete a questo punto che io l’abbia letto. Ebbene no! Ho aperto a caso ogni tot pagine e le descrizioni erotiche sono all’incirca queste. E’ vero che si parla anche di erezione e di orgasmo, ma mi chiedo. Sono io che ho avuto un’infanzia turbolenta o anche altri hanno letto di Anais Nin, di Emmanuelle Arsan o addirittura di Moravia?

E se l’emozione erotica oggi tocca questi bassi livelli che cosa vuole dire? Che c’è chi scrive di erotismo, chi ne legge e chi (pochi pare) lo pratica? Essendo indubbia la pochezza letteraria dei tre paginossissimi volumi (quello che ho davanti è di 594 pagine) cos’è che ha fatto della trilogia un best seller mondiale?

Unica cosa positiva deve essere il conto corrente dell’autrice, che è passata da essere anonima autrice televisiva a novella Charlotte Bronte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: