Come ci lasciamo?

Ho letto un romanzo. Niente di che, di quelli che compro quando sono stanca e depressa e non voglio più pensare a nulla per almeno dieci ore. Un libro tra il romanzo rosa ed il triller – ma molto più rosa che triller.

Il titolo è già un programma (ma anche il nome dell’autrice, non so se è il vero nome ma pare di si): L’ultima lettera d’amore di Jojo Moyes.

E’ comunque servito al suo scopo. Ho smesso di pensare, ho adeguatamente utilizzato una notte insonne ed un giorno senza figli, mi sono appassionata alla doppia storia d’amore con intreccio lungo una quarantina d’anni a lieto fine, ho pianto un po’ per l’emozione e poi mi sono data della cretina.

Ma la cosa veramente bella che ho trovato in questo libro, è l’intestazione dei capitoli. In ciascuno è riportato un messaggio d’addio, preso dalla vita vera con il nome degli autori opportunamente cambiato o occultato.

Alcuni messaggi, i più vecchi, sono sotto forma di lettera. Altri sono email o sms (ma si può lasciare qualcuno per sms?).

Alcuni sono di gente comune, altri di personaggi famosi.

Io li ho trovati tutti stupendi, crudeli e cinici come sono i messaggi d’addio. Ma collezionare una dose così ampia di cinismo e crudeltà ha avuto su di  me un effetto salutare e terapeutico. Chi non è mai stato mollato alzi la mano, e quindi ecco una bella dose di terapia.

Buon compleanno! C’è anche il regalo, che spero ti piacerà… Ti ho pensato molto oggi… perchè ho deciso che, per quanto ti voglia bene, non sono innamorata di te. Non credo che tu sia la mia anima gemella. In ogni caso spero davvero che il regalo ti piaccia e che tu trascorra un compleanno fantastico.

Donna a uomo, lettera

Vorrei essere la persona che ti salverà, ma non sarà così…. non ti chiamerò dopo che avrai ricevuto questa lettera perchè rischierei di sconvolgerti, e se ti sentissi piangere non sarebbe la giusta immagine che ho di te, perchè non ti ho mai vista piangere in un anno e mezzo e non avevo mai avuto una ragazza così

Uomo a donna, lettera

Niente giorni felici nel nostro futuro… colpa mia, non tua, lo giuro

Uomo a donna, cartolina

Non voglio farti sentire in colpa, ma mi vergogno moltissimo per quello che è successo tra noi. Non doveva accadere. Per il bene di tutte le persone coinvolte, non credo che dovremmo rivederci mai più.

Uomo (sposato) a donna, email

Resto in Grecia. Non torno a Londra perchè mi fai paura, anche se in senso buono.

Uomo a donna, cartolina

Comprendo le tue parole. Ma spero che quando leggerai questa lettera capirai la sincerità del mio rimorso. Sono davvero pentito, sia per come ti ho trattato che per il percorso che ho scelto….

La mia relazione con M è condannata a fallire, e lo è sempre stata. Vorrei non averci messo tre anni per capire che quello che è cominciato come un amore estivo, sarebbe dovuto rimanere tale.

Uomo a donna, lettera

Abbiamo chiuso, finito.

Donna a Jeanette Winterson, sms

Ci sono cose di te che adoro, ma ci sono anche cose che odio. Credo sia giusto che tu lo sappia: negli ultimi tempi penso sempre più spesso alle cose di te che mi danno fastidio.

La volta che hai ammazzato l’aragosta.

Il modo in cui hai urlato e sbattuto le mani contro le mucche per farle sgombrare dalla strada. Non potevamo aspettare semplicemente che passassero? No, rischiavamo di far tardi al cinema.

La sciatteria con cui tagli le verdure.

Il tuo continuo atteggiamento negativo.

Mi ci sono volute tre mani di vernice per cancellare il tuo numero di telefono, che avevi scritto sul muro con la penna rossa. Lo so che stavo ridipingendolo, ma è stato uno spreco di vernice inutile.

Uomo a donna, lettera

A.J. ha modificato la situazione sentimentale: è passato da “fidanzato ufficialmente” a “single”

Uomo a donna, aggiornamento di Facebook

Caro B. …. so che sono stata una stronza e mi dispiace. Ho saputo che domani torni a casa, ma io non ci sarò. Io e David ci sposiamo a *** e noi due non ci vedremo mai più. Ti amo dal profondo del cuore, ma amo David di più.

Addio G. xxx”

Donna a uomo, lettera

NON DESIDERATA – STOP – NON VENIRE

Uomo a donna, sposa di guerra. Telegramma

Un consiglio: la prossima volta che avrai una storia con una ragazza-madre, non aspettare dei mesi, fino a farti presentare suo figlio. Non portare quel figlio alle partite di pallone. Non giocare alla “famigliola felice” in pizzeria. Non dire cose tipo “quant’è bello stare tutti insieme” per poi tirarti indietro perchè, come hai detto a R., NON SEI MAI STATO SICURO CHE LEI TI PIACESSE SUL SERIO.

Donna a uomo, cartolina postale

Scusa dobbiamo rompere. Nn è colpa tua. Dice Dave ke si farebbe un giro se è ok. Digli di no x favore, se no finiamo a vederci di nuovo.

Uomo a donna, sms

io + te kiuso

Uomo a donna, sms

Martedì sono impegnato. A dir la verità non è che mi faccia impazzire l’idea di rimetterci insieme…immagino che dirlo chiaramente sia un pochino meno offensivo che tornare a vedersi e poi decidere di non vedersi un’altra volta.

Uomo a donna, email

Resta il fatto che fare sesso con te e vincere la borsa di studio Somerset Maugham sono due cose che proprio non si conciliano.

Uomo a donna, lettera

Ho cercato in tutti i modi, nel viaggio da padova a Milano, di farti capire almeno in parte quello che pensavo. Ma tu ti sei comportato da bambino viziato e non me la sono sentita di continuare a farti del male. Se trovo il coraggio adesso, è solo perchè sono lontana. Insomma – e credimi, sono io la prima a stupirmene – penso di sposarmi presto.

Agnes von Kurowsky a Ernest Hemingway, lettera

Spero che abbiate altre meravigliose frasi di addio da inviarmi per ampliare la collezione.

Annunci
8 commenti
  1. “Ci sono cose di te che adoro, ma ci sono anche cose che odio. Credo sia giusto che tu lo sappia: negli ultimi tempi penso sempre più spesso alle cose di te che mi danno fastidio.
    La volta che hai ammazzato l’aragosta.
    Il modo in cui hai urlato e sbattuto le mani contro le mucche per farle sgombrare dalla strada. Non potevamo aspettare semplicemente che passassero? No, rischiavamo di far tardi al cinema.
    La sciatteria con cui tagli le verdure.
    Il tuo continuo atteggiamento negativo.
    Mi ci sono volute tre mani di vernice per cancellare il tuo numero di telefono, che avevi scritto sul muro con la penna rossa. Lo so che stavo ridipingendolo, ma è stato uno spreco di vernice inutile.”

    Beh, questa credo che sia notevole.
    Ammazzare un’aragosta e sbattere le mani contro le mucche sono cose che una donna “per bene”non dovrebbe fare mai e poi mai! :mrgreen:
    Benvenuta!

  2. elinepal ha detto:

    Ovviamente!
    Immagino questa sia la tua preferita. Ma se hai altro materiale “di addio”, ti prego pubblicalo. Voglio redazionare il più triste cinismo a cui si arriva, uomini e donne, e le scuse più meschine utizzate per mollare.
    Grazie del benvenuto! (sei il mio primo commento uaho!) 🙂

  3. Una quindicina di anni fa, Einaudi pubblicò una raccolta di racconti vincitori di un concorso letterario.
    Mi sembra di ricordare che vinse una donna con una lettera d’addio al suo compagno che faceva scompisciare dalle risate.
    Se lo ritrovo fra le montagne di libri sparsi dappertutto (fuorché dove dovrebbero stare) ci faccio un post.

    • elinepal ha detto:

      Ah vigliacco, lo dovresti inserire nel MIO post…..vabbè spero di leggerlo presto! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

sottoscrivo

IL BLOG DELLA SCRITTURA DI GIANFRANCO ISERNIA

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Un Mate Amargo

Nessun uomo è un'isola

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

SWING CIRCUS ROMA

#SWINGMENTALATTITUDE

p e r f a r e u n g i o c o

comunità, spazio di incontro, condivisione e, naturalmente, gioco!

Luca Caputo

Just another WordPress.com site

iltiramisu.wordpress.com/

APPUNTI, FATTI, MISFATTI, RISORSE E METODI LEGALI PER TIRARSI SU.

Stoner: il blog letterario della Fazi Editore

Un blog letterario ideato dalla Fazi Editore per tutti gli amanti della letteratura

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

Sunflower on the Road

"Se non si riesce, dico io, a rendere quel che si scrive al meglio delle nostre possibilità, allora che si scrive a fare? Alla fin fine, la soddisfazione di aver fatto del nostro meglio e la prova del nostro sforzo sono le uniche cose che ci possiamo portare appresso nella tomba." Raymond Carver

Tiziana' s Masserizie

La ricerca dei particolari e' l'obiettivo costante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: